19:18 23 Marzo 2017
    Creta

    A Creta indignazione e rabbia per il restauro di un monumento degli occupanti nazisti

    © Sputnik. Vladimir Fedorenko
    Mondo
    URL abbreviato
    441049611

    I promotori tedeschi dell'iniziativa sostengono di non doversi vergognare della propria storia, mentre i cretesi hanno bollato l'iniziativa come "un insulto e una provocazione", scrive il quotidiano locale "Nea Kriti".

    Le autorità comunali di Chania e gli abitanti di Creta si sono duramente opposti all'iniziativa dei reduci delle armate della Germania nazista per restaurare un monumento dell'occupazione tedesca.

    Diversamente dalla maggior parte dei Paesi dell'Europa centrale e occidentale, la Grecia ha opposto una dura resistenza all'esercito tedesco durante la Seconda Guerra Mondiale. Una delle battaglie più sanguinose è avvenuta a Creta. Dopo l'occupazione noto come "L'aquila tedesca" o "l'aquila del male". L'opera è rimasta distrutta in un uragano nel 2000. Ora nel posto in cui sorgeva è rimasto un piedistallo di pochi metri. Nel 2014 un'organizzazione tedesca ha organizzato una petizione per il restauro del monumento.

    "Nessun Paese al mondo si vergogna della propria storia. Tre generazioni sono passate dai tempi della guerra. Si può lasciare la politica alle spalle. Questo monumento è per ogni soldato che ha combattuto a Creta ed è morto per il proprio Paese. L'attacco a Creta è parte della storia tedesca. Non rendiamo omaggio ad un certo regime, ma prendiamo atto di quanto è successo," — si legge nella petizione dei cittadini tedeschi.

    Al completamento della raccolta di 11mila firme, la richiesta è stata inviata alle amministrazioni locali dei lander. La Sassonia, l'Assia e Brema si sono rifiutate di dare qualsiasi tipo di sostegno. Le altre regioni non hanno preso alcuna decisione, mentre la Baviera ha inviato una richiesta al governo centrale di Berlino.

    A Creta l'iniziativa ha causato indignazione.

    "La richiesta dei reduci di ricostituire un simbolo dei nazisti, che hanno portato tanta sofferenza nel nostro Paese, in Grecia, si tratta di una provocazione. Restaurarlo per celebrare cosa? I crimini del nazismo? Cosa?"

    — si chiede Pavlos Baritakis, il sindaco di Viannos, dove nel settembre del 1943 le forze di occupazione tedesche trucidarono la popolazione locale per il sostegno alla resistenza. Questi fatti qui sono conosciuti come "il massacro di Viannos".

    Secondo lui, è un insulto alla memoria delle vittime.

    "E' improponibile, dopo che hanno raso al suolo molti villaggi",

    — ha detto il sindaco durante il programma televisivo "Creta oggi".

    Correlati:

    A Riga la manifestazione dei nostalgici delle Waffen-SS
    Tags:
    Seconda guerra mondiale, Storia, Nazismo, Società, Petizione, Monumento, Creta, Germania, Grecia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik
    • belli corradoIn risposta Harald(Mostra commentoNascondi commento)
      Harald, Harald, Hitler non voleva sterminarli, sua nonna era Ebrea e chi la mise incinta era un Rothschild ..0vvero un falso Ebreo=Sionista, era stato concrato con l'Inghilterra di trasferire i cittadini con religione Ebraica in una nuova terra , la prima decisione cadde su Madagascar ,,ma poi l'inghilterra decise di portarli in Palestina in comune accordo con la Germania di Hitler, solo pochi accettarono perchè gli altri sapevano quale era il piano stabilito, tanto è vero ..che Hitler fece coniare e stampare moneta con la Stella di Davide e la Svastica nella stessa moneta, gli sterminatori dei cittadini con religione Ebraica erano tutti figli di Sionisti tra le file delle SS, Hitler aveva anche il problema dei suoi soldati Ebrei tra le file della Wehrmacht e non poteva rischiare ammutinamenti , anche lui come tanti fù una Marionetta dei Rothschild e dei Sionisti Americani, in fin dei conti non voleva la guerra..ma fù costretto dopo che da Wall Strett fù dato l'ordine di aggredire la Polonia baipassando il comando generale tedesco su ordine di Goebbels il Sionista Olandese nazionalizzato tedesco,ormai la storia era stata scritta ed è finita come doveva finire -
      un caro saluto
    • belli corradoIn risposta Harald(Mostra commentoNascondi commento)
    • lotharioIn risposta b(Mostra commentoNascondi commento)
      b, qualcuno si è divertito a distribuire pollici versi per tutto il pomeriggio, vedo... )
      Non ho potuto far altro che togliere i tuoi, e quelli di Harald, anche se la penso come te, al riguardo: la disapprovazione di chi non ha argomenti è del tutto innocua.
      Un saluto anche a te.
    • lotharioIn risposta Aleandro Conti(Mostra commentoNascondi commento)
      Aleandro Conti, grazie degli apprezzamenti; condivido sicuramente il tuo giudizio su Stalin, non tanto come antisionista quanto come grande statista.
      Un saluto.
    • avatar
      mondobipolare
      Sono state forze di occupazione e di morte . Questo fatto dovrebbe far allarmare ogni tedesco della nuova era . Credo che il fenomeno del recupero del Nazismo sia nell´agenda di forze tedesche sul carro Merkel . Ce´la corsa al revisionismo e per avere successo devono strumentalizzare tutta la UE rendendola complice di ogni misfatto .
      l´operazione ucraina va´proprio in quella direzione . Con la provocazione della Russia , il nuovo nazismo 2.0 si propone di attirare la Russia sul campo di battaglia . Pensano certo di poter vincere ed alla fine di realizzare cio´ che a Hitler non riusci´. La volpe perde il pelo ma non il vizio . I tedeschi stanno andando con velocita´supersonica verso la stessa direzione dei periodi preguerre .
    • bIn risposta mondobipolare(Mostra commentoNascondi commento)
      mondobipolare, chiedo perdono; la Germania di Hitler era riuscita a risollevarsi da una crisi profonda, prendere in mano il proprio destino e governare la propria Nazione; anche se per pochi anni, fino alla disfatta.
      La Germania di oggi è uno stato sottomesso e vassallo, e il popolo tedesco non ha la padronanza del proprio territorio, tant'è che è costretto a subire l'invasione di una enormità di extracomunitari.
      A mio avviso non c'è nessuna simiglianza tra le due epoche e ciò che avviene adesso non va a beneficio del popolo Tedesco ( come nel 33 quando il governo Tedesco in 3-4 anni tolse la popolazione dalla miseria ), anzi di nessun popolo.
      Un saluto cordiale.
    • avatar
      mondobipolare
      La Germania si risollevo´dalla disfatta della prima guerra attraverso il nazionalismo sfrenato che Hitler seppe cavalcare , grazie anche alle condizioni pretese dagli alleati verso la Germania . Certo condizioni proibitive certo ma se avessero dovuto pagare tutti i danni causati negli altri Paesi , a questora non ci sarebbe la Germania bensi´piccole regioni frammentate senza nessuna influenza . La Germania riunificata , dove la parola riunificazione si dovrebbe sostituire con annessione , ( la DDR e´stata assimilata ) oggi ragiona da grande potenza e come tale si comporta . Non ringrazia la UE per il fatto di trovarsi nel mezzo di una grande mercato , senza dazi e senza frontiere . La Germania di oggi pensa nazionale ma prentende l´Europa . Con questo approccio causa tanta poverta´nelle periferie europee , ma non se ne rende conto . NOn sente i problemi delle periferie europee , le quali fino alla caduta dei dazi erano Stati sovrani anche con la moneta , oggi non lo sono piu´perche´Berlino nel 2011 ha fatto un atto di forza . Ha dettato uno Spardiktat e nessuno ha reagito . Hanno imposto alla Grecia un Ultimatum con il quale la Grecia non ha potuto ottenere nuovi prestiti ed in questo modo hanno reso la Grecia dipendente del FMI e di Berlino . La Merkel ha funzionato per cosi´dire da complice nell´invasione del potere finanziario su tutta l´Europa . Con questo ruolo la Cancelliera ha posto un veto sull´agenda europea . I danni enormi di questa scellerata politica li sta´pagando tutta l´Europa . Il Nazismo non e´nato su Marte , e´nato in Germania con simpatizzanti in giro per il mondo . E´questo particolare che bisogna capire . La Germania vive di paure. Una in particolare e´quella che non si ripeta la storia. Questa paura certo legittima crea ogni qualvolta una situazione di privilegio . IO ho paura e se io ho paura ho il diritto di costruire le basi per eliminare la paura . Un modo di visionare il mondo che costringe altri Paesi a fare cose che in una normale situazione non farebbero . I reticolati ed i muri creati per ostacolare i profughi , vengono costruti tutto intorno ai confini dei Paesi limitrofi alla Germania . Loro costruiscono i reticolati anche per conto di Berlino . Berlino si puo´permettere cosi´di presentarsi al mondo come liberale , tanto ad alzare gli steccati ci pensano gli altri . Furba Merkel ma il mondo non lo ancora capito , forse Trump si´.
    • avatar
      mondobipolareIn risposta belli corrado(Mostra commentoNascondi commento)
      belli corrado, Nel 1947 ci fu´una nave di nome Exodus che porto´ad Amburgo circa 5.000 ebrei . Per un certo periodo furono ospitati in quella citta´ma dopo gli inglesi si resero conto che quella gente non era ben accetta e si opto per il ritorno in Palestina ( ritorno perche´la exodus era gia´stata in Palestina ma i passeggeri non furono fatti scendere a terra e quindi dovette ripartire ). Per un concetto di Giustizia , gli Ebrei sopravvissuti alla guerra avrebbero dovuto avere uno spazio territoriale in Europa , o ancora meglio in germania . La Germania avrebbe dovuto restituire loro uno spazio di vita , ma questo non avvenne perche´ anche allora molti in Europa temevano questo Paese , anche se battuto . Oggi ci risiamo di nuovo .
    • strakerIn risposta b(Mostra commentoNascondi commento)
      b, sì, ma rimane il fatto che sono i cimiteri dei caduti gli unici "monumenti" inviolabili in terra straniera.
      E poi, fuori dai denti, se uno l'aquila nazista la porta nel cuore, non ha nessun bisogno di andare a fabbricarne una in posti che non sono casa sua e men che meno in casa di altri popoli.
      Ogni cosa ha il suo tempo e il tempo non si forza.
    • strakerIn risposta mondobipolare(Mostra commentoNascondi commento)
      mondobipolare, in realtà come ha fatto notare belli corrado (edit) prima, fu lo stesso nazismo che facilitò l'afflusso di tanti ebrei in Palestina, garantendo anche la conservazione delle proprie ricchezze, trasformate in beni tedeschi utili nella nuova terra (macchinari, attrezzi, materiali, ecc.).
      Gli inglesi non volevano questa soluzione perchè avrebbero perso la loro influenza nella zona medio-orientale e più in generale l'appoggio degli arabi.
      Ma, senza bisogno di dilungarsi, si può affermare con assoluta sicurezza che l'UNICA terra voluta dagli ebrei, in particolare dai sionisti, è sempre stata quella della palestina ed in particolare di Gerusalemme, in quanto hanno la NECESSITA' di ricostruire il TEMPIO DI SALOMONE.
      Tutto quello che sta accadendo oggi (guerra contro l' Islam, anche passando dalla Russia) è pianificato dai sionisti per liberare la spianata dalle moschee e ricostruire per la terza volta il tempio (e secondo loro per l'ultima, in quanto dovrebbe corrispondere alla discesa della "Gerusalemme celeste", ovvero il domino degli eletti sul mondo).
    • bIn risposta straker(Mostra commentoNascondi commento)
      straker, la mia era solo la ricerca di qualcosa che non conoscevo.
      In quanto a cuori ripieni di aquile naziste ( termine con il quale è più facile odiare del corretto nazionalsocialisti ), condivido maggiormente il commento di Marinella Andrizzi qui a fianco su facebook.
      E qui mi fermo e saluto.
    • strakerIn risposta b(Mostra commentoNascondi commento)
      b, sì ho capito cosa intendi dire, ma la mia figurazione dell'aquila nazista (o nazionalsocialista) nel cuore ha un significato che trascende anche l'ideologia, di un tipo o di un altro, che piaccia o non piaccia: l'uomo, prima come individuo e quindi come popolo, ha bisogno di pensare in grande, di vivere la propria esistenza in una dimensione che supera i limiti della materia, insomma di vivere un sogno anche vivendo in terra.
      Hitler, ripeto che piaccia o no, fu il più abile costruttore di sogni che mai abbia governato un popolo.
    • HaraldIn risposta belli corrado(Mostra commentoNascondi commento)
      belli corrado, grazie anche per il post sopra a questo.
      L'ho memorizzato poi domani lo leggo con calma.
      Un caro saluto
    • gianusIn risposta Harald(Mostra commentoNascondi commento)
      Harald, una cosa è stata chiarita e non rimangono più dubbi al riguardo, e sarebbe che i soldi ad adolfo li hanno dati le banke zioniste e senza quei soldi la germania sarebbe rimasta uno stato in rovina per ancora un mucchio di tempo, per zion è stato un investimento non da poco se consideriamo che la germania fornisce i sottomarini e altri sistemi d'arma gratis all'entità che occupa la Palestina, per non dire poi quanti miliardi danno gli americani allo stato canaglia per ecellenza, in più grazie ad adolfo si sono tolti dai coglioni un bel pò dei loro che evidentemente non erano nella fazione dei rotschild, comunque per questi sacrificare milioni di persone non è mai stato un problema tanto sono goym o animali parlanti.
    • strakerIn risposta gianus(Mostra commentoNascondi commento)
      gianus, è come dici.
      Ad Adolf i soldi li hanno dati all'inizio, poi è stato bravo a staccare la spina e ad autoalimentarsi da solo.
      Riassumendo, il problema rimane sempre quello di quei sacerdoti talmudici che costituiscono l'elites finanziaria giudea e che riconoscono come proprio popolo solo i soldi.
      Poi sarebbe interessante capire se dietro le guerre che fomentano finanziando tutti i contendenti non vi sia occultata una lotta di potere tra le 12 tribù che costituiscono ancora oggi la matrice del popolo ebraico.
      Altro che negazionismo.
    • HaraldIn risposta straker(Mostra commentoNascondi commento)
      straker, Buongiorno c'è qualcosa che non porta....allora la banca centrale
      tedesca era già privatizzata prima della seconda guerra mondiale?
      altrimenti non avrebbe avuto bisogno di soldi.
      E quindi bisogna andare più indietro con la storia ...chi fu a privatizzarla? ecco il quesito fondamentale!!

      Ho già viaggiato con la mente....allora il mercato dei cambi...
      Il FOREX è una truffa colossale....mi sa che parte da quel tempo.

      //it.wikipedia.org/wiki/Foreign_exchange_market

      risparmio.supermoney.eu/forex/storia

      1875 vi dice nulla quella data??

      Il forex serve a dominare o cercare di dominare uno stato con sovranità monetaria....
      diminuendone il valore della valuta nei confronti di altri stati....
      a patto che quello stato non abbia le materie prime il territorio
      e la manovalanza....oppure a patto che non abbia accordi con qualche altro stato che insieme colmano il tutto....ecco... se a questo stato/i vengono a mancare queste condizioni appena elencate... riesci a dominarlo anche con la sovranità monetaria.
      MINCHIA!! mi mancava questo tassello!!!

      Vedi Corea del Nord.. Iran... Sudan del Nord ... Cuba... Siria.

      I conti tornano....dove non riescono neanche con la manipolazione della loro valuta a livello internazionale per via delle condizioni che vi ho detto sopra....allora provvedono con le guerre.

      Conclusione Putin e altri hanno capito tutto!!!
    • strakerIn risposta Harald(Mostra commentoNascondi commento)
      Harald, ciao, il perno centrale di quello che ho detto ruota intorno alla figura del banchiere ebreo Hjalmar Schacht che , fin dall'ascesa del nazionalsocialismo, ha condiviso l'ideale di un popolo/una nazione, verosimilmente riferendosi anche alle politiche di comunanza tra i destini del popolo tedesco e del popolo ebraico (da questa politica originarono i finanziamenti ebrei a Hitler).
      Per darti una risposta completa ti allego una esauriente lettura su Hjalmar Schacht.
      www.progettoatlanticus.net/2014/03/hjalmar-schacht-il-banchiere-ebreo-di.html
      Un saluto
    • nikita
      Ridicolo!
      I nemici della Grecia contro i quali il popolo greco ha combattuto come leoni, donne incluse che facevano le portatrici, sono stati gli italiani.
      I greci, male armati , sono stati scaraventati in una guerra dove persino i Pope facevano la loro parte.
      I tedeschi salvarono gli italiani con armi e equipaggiamenti superiori.
      Ricordo inoltre che i greci non si arresero agli italiani ma bensì ai tedeschi.
      La Grecia era, grazie alle isole occupate dagli inglesi e alcune con capisaldi italici, un Paese strategico per la guerra in Adriatico e Mediterraneo.
      Sarebbe ora peró di finirla con questa storia del nazismo....termine usato molte volte ad arte per mistificare soldati che hanno fatto solamente il loro dovere.
      Non tutti i tedeschi erano fanatici e comunque chi era politicamente convinto era un nazionalsocialista e non un nazista.
      Molti di loro erano solamente tedeschi ed hanno combattuto con onore sui campi di battaglia, così come hanno combattuto i soldati russi, olandesi, italiani od altri.
      Erano ragazzi di 20 anni ed hanno lasciato le loro vite sui folli campi di battaglia.
      Io dico solo che onoro i caduti e non onoro gli assassini.
    • nikitaIn risposta straker(Mostra commentoNascondi commento)
      Infatti, furono poi gli ebrei dell'est (odiati dagli ebrei tedeschi e francesi), a stabilire una testa di ponte con i potenti ebrei USA per piegare e sconfiggere la Germania ed i suoi alleati.
      Infatti, in uno degli ultimi congressi americani tenuti in casa ebraica, ci fu l'accensione della miccia per la causa ebraica contro la Germania ed alleati.
      Stanziarono così cifre da capogiro per far convertire le industrie in industrie belliche, guadagnando così alla fine della guerra, cifre astronomiche e risollevando l'economia americana che arrivó negli anni 30 alla canna del gas!
      Da allora stabilirono chi è il più forte ed oggi sono sempre sulla stessa strada.
    • strakerIn risposta nikita(Mostra commentoNascondi commento)
      nikita, infatti ben prima di scendere in guerra nel 1942, gli USA fornivano armi ed equipaggiamenti (militari e civili) a Francia, Inghilterra e Russia.
      E nel Pacifico avevano stabilito un embargo marittimo ai traffici del Giappone.
      In sostanza la solita vigliaccata di marca sionista di fare la guerra commerciale agli avversari per indebolirli prima di una vera e propria guerra di aggressione.
    Mostra nuovi commenti (0)