12:14 22 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
4170
Seguici su

Il presidente della Federazione Internazionale di Sci (FIS), lo svizzero Gian-Franco Kasper, si è espresso a favore della partecipazione degli atleti russi "puliti" nei Giochi Olimpici del 2018 a Pyeongchang, in Corea del Sud.

Kasper, che prende parte alla riunione del Comitato Olimpico Internazionale nella città che ospiterà le Olimpiadi invernali nel 2018, ha osservato che è impossibile escludere dall'evento gli atleti le cui colpe e responsabilità non sono state provate e privare del diritto di gareggiare secondo il principio della nazionalità e del passaporto.

"Non possiamo accusare di qualcosa tutti i Mr. Smith per la colpevolezza di un solo Mr. Smith. Sono contrario a punire persone innocenti. Si comportava così Adolf Hitler, dichiarando colpevoli di tutto gli ebrei…molti ebrei sono stati uccisi… Dimostatemi la colpevolezza. Il passaporto non è una prova di colpevolezza," — ha aggiunto alla domanda sulle prospettive di partecipazione degli atleti russi nei Giochi Olimpici.

Correlati:

Direttore anti-doping USA attacca la WADA: “volpe a guardia del pollaio”
Deputato russo augura a WADA di riuscire a raccogliere dati sul doping
Doping, CIO: per WADA insufficienti le prove di colpevolezza dei russi nel dossier McLaren
Putin invita a riflettere sul futuro dello sport dopo le rivelazioni sulla WADA
Tags:
Russofobia, Sport, doping, Giochi Olimpici, Federazione Internazionale Sci - FIS, CIO, WADA, Gian-Franco Kasper, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook