06:11 17 Novembre 2019
Margherita Simonyan

L’intelligence dei Paesi Baltici tampina i dipendenti di Sputnik

© Sputnik . Vladimir Trefilov
Mondo
URL abbreviato
11113
Seguici su

Il direttore dell’agenzia Sputnik e del canale televisivo RT Margarita Simonyan ha raccontato in un’intervista a RNS dei problemi che i suoi network hanno avuto nei Paesi Baltici e di come le agenzie di intelligence intercettano le conversazioni e la posta dei dipendenti.

La Simonyan ha rivelato che un cittadino baltico dopo essersi presentato ad un colloquio di lavoro a Sputnik è stato sottoposto ad interrogatorio dagli agenti dell'intelligence locale.

"Pensano che vengono per tradire la loro patria. Riuscite a immaginare se fosse da noi [in Russia]?… Peggio che in Unione Sovietica: da noi queste cose non esistevano, da loro si. Ora non è chiaro se l'Unione Sovietica ha dato loro cattivi insegnamenti o viceversa", ha detto la Simonyan.

Il direttore ha spiegato che si sono verificati alcuni casi in cui la corrispondenza interna, spesso confidenziale, sia finita nelle mani della concorrenza di RT. Questo, precisa la Simonyan, sarebbe stato impossibile senza il coinvolgimento delle agenzie di intelligence.

"Quando parlo al telefono, scrivo qualcosa, so che non siamo né in due, né in tre e possibilmente neppure in cinque", ha aggiunto.

Correlati:

Francia 2017, Simonyan commenta le accuse dell'entourage di Macron contro Sputnik e RT
Presidenziali francesi, entourage di Macron accusa Sputnik e RT
Ministero Esteri russo reagisce a rottura del contratto con Sputnik dei media baltici
Tags:
intercettazioni, Informazioni, Intelligence, RT, Sputnik, Margarita Simonyan, Russia, Paesi Baltici
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik