Widgets Magazine
16:03 14 Ottobre 2019
Cremlino

Huffington Post: la Russia merita il rispetto dell'Occidente

© Sputnik . Natalia Seliverstova
Mondo
URL abbreviato
13442
Seguici su

I politici occidentali, "subendo sconfitte vergognose una dopo l'altra," dovrebbe finalmente riconoscere alla Russia il "dovuto tributo", scrive Wolle Ing, editorialista dell'edizione tedesca dell'Huffington Post.

Ha condannato i suoi colleghi, in particolare il noto giornalista tedesco Boris Reitschuster della rivista Focus, per la loro propaganda "mirata e dilagante" antirussa. Ritiene che questo approccio sia una minaccia per la pace in Europa e metta a rischio la sopravvivenza di tutto il continente eurasiatico.

Sulle pagine dell'Huffington Post, il giornalista tedesco Wolle Ing ha criticato l'articolo del suo collega Boris Reitschuster. Secondo Ing, pubblicazioni del genere sono una minaccia per la pace in Europa.

"Come un comandante sul campo di battaglia esorta ad andare in guerra contro un intero Paese — accusa Reitschuster. — Nel suo articolo così pieno di generalizzazioni approssimative, trascurate la responsabilità giornalistica, i fatti necessari e la dialettica". "Herr Reitschuster, fate male alle persone nel nostro Paese che sono a favore della pace, dell'umanità, della giustizia sociale, della tolleranza e dell'amicizia tra i popoli," — aggiunge Ing.

"Perché insultare un grande Paese come la Russia?— si domanda perplesso il giornalista. — Un Paese che per anni le ha dato da mangiare e offerto ospitalità (a lungo Boris Reitschuster ha vissuto e lavorato in Russia, ndr). Denigrate un Paese che in termini di strutture economiche e sociali è molto lontano dalle condizioni di un Paese arretrato. Calunniate un Paese che insieme con il resto d'Europa ha bisogno di trovare una via comune per raggiungere la pace e la cooperazione economica nell'Eurasia".

"Il fatto che la NATO non abbia mai promesso di non prendersi i Paesi dell'Est, che il referendum in Crimea non sia legittimo… che storicamente la Crimea non appartiene alla Russia… che la Russia è stata la prima a concentrare le proprie forze lungo i confini con i Paesi della NATO… che la Russia è responsabile del conflitto interno in Ucraina: tutto questo è una propaganda distruttiva e calunniosa," — scrive Ing.

A suo avviso il problema in Europa non è in Putin, ma nel complesso militare-industriale. Le politiche occidentali hanno creato le condizioni favorevoli per la proliferazione dell'avidità sfrenata di aziende che producono armi.

"In un'epoca di armi nucleari e di minacce tecnologiche più pericolose, l'espansione verso est della NATO è sicuramente la strada più nefasta… nell'attuale situazione storica l'Eurasia è molto interessata a stabilire la cooperazione nel campo dell'economia e della sicurezza, dal Nord Atlantico allo stretto di Bering," — ha sottolineato Ing.

Secondo il giornalista, è una questione di sopravvivenza o di morte comune.

Correlati:

Generale NATO: contro la guerra ibrida della Russia serve una “deterrenza ibrida”
Welt: cyber soldati NATO non dormono la notte per “salvare l'alleanza da hacker russi”
WSJ: il Montenegro entrerà nella NATO il prossimo maggio
Der Freitag: lo scioglimento della NATO sarebbe un bene per la pace
Canada invierà in Lettonia “cyber soldati” per opporsi agli hacker e media russi
Margarita Simonyan commenta le audizioni al Congresso USA “sulla propaganda russa”
Tags:
Dialogo, Russofobia, Geopolitica, Politica Internazionale, Occidente, The Huffington Post, Cremlino, NATO, Vladimir Putin, Europa, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik