09:26 15 Dicembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 2°C
    Bandiera Unione Europea

    Consiglio Unione Europea: quattro miliardi di euro per soluzione ai problemi di migrazione

    © Foto: Flickr
    Mondo
    URL abbreviato
    806

    Il consiglio dei ministri dei Paesi dell'Unione Europea per le questioni generali ha proposto una revisione pluriennale e il piano finanziario dell'Unione Europea fino al 2020.

    La proposta è di destinare ulteriori quattro miliardi di euro alla soluzione dei problemi connessi alla migrazione e sicurezza dell'UE. Si legge nel comunicato del Consiglio dell'Unione Europea. Il piano finanziario pluriennale è un progetto di bilancio generale dell'Unione Europea per i prossimi sette anni, per il periodo che va dal 2014 al 2020, da cui sono stati "tagliati" i bilanci comuni annuali dei 28 paesi dell'Unione Europea. Il bilancio generale dell'Unione è composto soprattutto dei contributi dei paesi membri dell'Unione Europea. I fondi possono essere assegnati per specifiche esigenze dei paesi dell'UE e per Stati non appartenenti all'Unione.

    "Il Consiglio ha concordato un adeguamento di bilancio per gli anni 2014 — 2020, per allinearlo alle nuove priorità. Le modifiche concordate rinforzano il supporto da parte dell'Unione Europea per combattere la crisi della migrazione, rafforzare la sicurezza, sostenere la crescita economica e la creazione di posti di lavoro" si legge nel messaggio del Consiglio.

    Per queste priorità il Consiglio propone di stanziare ulteriori 6 miliardi di euro fino al 2020. 

    "Il bilancio revisionato stanzia 6 miliardi di euro per le principali priorità per il periodo che va dal 2017 al 2020" si legge nel comunicato. Di questo importo, 2,55 miliardi di euro sono destinati alla migrazione e a rafforzare la sicurezza, per il rafforzamento del controllo delle frontiere esterne dell'Unione Europea. Inoltre, poco meno di 1,4 miliardi di euro sono destinati alla lotta contro le cause della crisi della migrazione, e quasi 2,1 miliardi di euro a stimolare la crescita economica nei paesi dell'Unione Europea.

    L'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea, in corso fino al 2020, in questa revisione non è presa in considerazione, ha detto il vice primo ministro di Malta Louis Grech in una conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri. I rappresentanti delle autorità dell'Unione Europea hanno già reso noto, che la Gran Bretagna, finché farà parte dell'Unione, è un membro a pieno titolo dell'Unione e deve adempiere ai suoi obblighi, tra cui, il bilancio UE.

    La revisione di questo piano finanziario viene effettuata per la prima volta dalla sua entrata in vigore nel 2014 e deve ancora trovare parere concorde del Parlamento europeo, che all'unanimità, potrà definitivamente ritenere approvato il bilancio dal Consiglio dell'UE.

    Correlati:

    Consiglio europeo verso estensione automatica delle sanzioni antirusse
    UE, la difesa delle frontiere esterne al centro del Consiglio Europeo
    Tusk: pronto a convocare consiglio europeo straordinario
    Tags:
    Bilancio, Richiesta di finanziamento, consiglio dell'Ue, Europa
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik