17:56 15 Ottobre 2018
Aleppo, Siria

Times: i militari russi e americani hanno trovato un linguaggio comune in Siria

© REUTERS / Ammar Abdullah
Mondo
URL abbreviato
8162

I militari russi e americani pattugliano il quartiere della città siriana di Manbij ed è la più stretta cooperazione di Mosca e di Washington su un campo di battaglia dai tempi della seconda guerra mondiale, scrive il Times.

Allora, nell'aprile del 1945, i militari russi e quelli americani si incontrarono nei pressi del fiume Elba. Per il momento adesso evitano ancora il contatto, anche se si trovano a soli otto chilometri di distanza gli uni dagli altri, scrive il giornale.

I soldati pattugliano il villaggio situato a 25 km a sud dal confine turco, cercando di far rispettare la cessazione dei combattimenti tra le parti coinvolte nel conflitto. Su entrambi i lati ci sono le bandiere nazionali. "Teoricamente, russi e i militari americani, fungono da zona cuscinetto tra le parti rivali, curdi e militanti supportati dalla Turchia. Ma in pratica essi dimostrano che esiste una nuova vicinanza geopolitica tra le due parti, quella di cui ha parlato Trump", osserva il giornale.

Secondo il portavoce ufficiale del Pentagono, Jeff Davis, i militari conoscono le posizioni gli uni degli altri a Manbij. Come ha sottolineato il portavoce del dipartimento, nessuna delle controparti "desidera entrare in conflitto con l'altra, se non contro i militanti dell'ISIS".

Correlati:

Siria, Carter: grazie ad Ankara per liberazione di Manbij
Russia-Turchia: Siria al centro dei colloqui tra Putin ed Erdogan
Washington Post segnala piano Pentagono per rafforzare presenza militare USA in Siria
Siria, nuovo vertice ad Astana
Tags:
Guerra, Guerra al Daesh, Esercito, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik