18:41 25 Febbraio 2018
Roma+ 13°C
Mosca-14°C
    Google

    Google ha fatto apprendere all'intelligenza artificiale come capire la lingua russa

    © flickr.com/ Kristina Alexanderson
    Mondo
    URL abbreviato
    660

    La compagnia americana Google ha annunciato che il sistema Google Translate ora utilizza l'intelligenza artificiale per tradurre i testi dal russo e in russo. Lo ha scritto nel suo blog Barak Turovsky, sviluppatore del sistema di traduzione di Google.

    "Nel novembre dello scorso anno i nostri utenti di Turchia, Brasile e Giappone hanno notato che Google Translate ha iniziato a comprendere decisamente meglio le loro lingue. E' dovuto al fatto che abbiamo iniziato ad usare reti neurali profonde per le traduzioni di intere frasi piuttosto che singole parole per 8 lingue. Oggi si uniranno l'hindi, il russo, il vietnamita ed entro poche settimane diverse altre lingue", — ha dichiarato l'ingegnere.

    Negli ultimi anni Google ha cominciato a sviluppare attivamente e utilizzare varie forme di intelligenza artificiale per la ricerca di informazioni su internet, per il ritocco di fotografie, la catalogazione e diversi altri scopi, dove gli algoritmi classici di elaborazione dei dati non funzionano. Un esempio lampante di questo approccio è il sistema di intelligenza artificiale AlphaGo, che lo scorso anno ha battuto i campioni del mondo e d'Europa del gioco da tavolo cinese "Go" e anonimamente ha sconfitto migliaia di giocatori online.

    La maggior parte di questi sviluppi si basa sulle cosiddette reti neurali profonde o convoluzionali. Rappresentano catene di alcune decine o centinaia di semplici reti neurali. Ognuno di questi processi non elabora dati di base, ma prodotti di analisi ottenuti da una rete superiore, consentendo di semplificare problemi molto difficili da risolvere tramite risorse di calcolo relativamente modeste.

    Qualcosa di simile accade con l'uso dell'intelligenza artificiale per tradurre da una lingua all'altra. Quando il sistema Google Translate "legge" il testo da tradurre, non tenta di tradurlo con frasi o singole parole, ma cerca la soluzione nel suo complesso, utilizzando i dati raccolti durante l'analisi dei testi tradotti dall'uomo. Ciò spiegato dagli sviluppatori dell'algoritmo GNMT, serve per evitare problemi con le parole rare o errate che vengono comunemente confuse dal classico sistema di traduzione automatica. Secondo i programmatori, il passaggio alla rete neurale ha ridotto il livello di errori di traduzione di Google Translate del 60%.

    Questo sistema, come dimostrato dai testi interni di Google, permette di raggiungere traduzioni come quelle fatte da un traduttore manualmente per alcune coppie di lingue come l'inglese e il francese o l'inglese e lo spagnolo.

    Inoltre l'intelligenza artificiale è riuscita a tradurre automaticamente le lingue più complesse come il cinese ad un livello comprensibile per il lettore.

    Tags:
    internet, Società, lingua russa, Google
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik