22:44 25 Febbraio 2018
Roma0°C
Mosca-15°C
    Polizia malese davanti l'Ambasciata nordcoreana a Kuala Lumpur

    Malesia, polizia circonda ed isola l'Ambasciata della Corea del Nord

    © AP Photo/ Vincent Thian
    Mondo
    URL abbreviato
    1114

    La polizia malese ha isolato l'edificio dell'ambasciata nordcoreana a Kuala Lumpur, segnala l'agenzia Reuters con riferimento al vice ministro dell'Interno Nur Jazlan Mohamed.

    Lo scandalo diplomatico tra la Corea del Nord e la Malesia è scoppiato dopo la morte all'aeroporto di Kuala Lumpur di Kim Jong-nam, il fratello maggiore del leader nordcoreano Kim Jong-un.

    In precedenza la Corea del Nord aveva vietato temporaneamente ai cittadini malesi di lasciare il Paese. Le autorità malesi hanno reagito adottando la stessa misura nei confronti dei cittadini nordcoreani.

    Il primo ministro della Malesia ha convocato una riunione d'emergenza del Consiglio di Sicurezza Nazionale.

    In precedenza le autorità malesi avevano dichiarato l'ambasciatore della Corea del Nord persona non gradita nel Paese, dopodichè il diplomatico ha lasciato il Paese.

    Al momento si segnala che ai dipendenti dell'ambasciata nordcoreana è stato proibito di lasciare l'edificio.

    "Stiamo cercando di determinare le identità di tutto il personale che si trova all'interno dell'ambasciata," — la Reuters riporta le parole di Mohamed.

    In precedenza il capo della polizia malese aveva affermato che 3 cittadini della Corea del Nord sospettati di essere coinvolti nell'uccisione di Kim Jong-nam si nascondevano nell'Ambasciata della Corea del Nord a Kuala Lumpur.

    Un cittadino nordcoreano con il passaporto a nome di Kim Chol è morto il 13 febbraio presso l'aeroporto di Kuala Lumpur. Dall'autopsia è emerso che sul corpo dell'uomo c'erano tracce di gas nervino, vietato dalla Convenzione internazionale sulle armi chimiche. La Corea del Sud fin dall'inizio sostiene che la vittima sia il fratello maggiore del leader nordcoreano. La polizia malese non ha ancora trovato le prove che dimostrino l'omicidio del cittadino nordcoreano, non ha stabilito completamente la sua identità, non sa la fonte del gas nervino e non ha prove che colleghino le autorità di Pyongyang al caso.

    Correlati:

    Assassinio Kim Jong-nam, la Malesia potrebbe chiudere l’ambasciata nordcoreana
    In Malesia ucciso il fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un
    Tags:
    Ambasciata, Assassinio Kim Jong-nam, Polizia, Kim Jong-nam, Malesia, Corea del Nord
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik