Widgets Magazine
05:58 22 Settembre 2019
Donald Trump

Politico: ecco chi poteva intercettare conversazioni telefoniche di Trump

© REUTERS / Kevin Lamarque
Mondo
URL abbreviato
225
Seguici su

Il contenuto delle conversazioni telefoniche di Trump potrebbe, in un modo o nell'altro, essere a disposizione dei servizi segreti USA, anche senza il consenso di Obama, scrive Politico.

Lo stesso Obama non aveva il potere di ordinare l'intercettazione dei negoziati di un cittadino americano per di più, di un candidato alla presidenza del paese, osserva l'autore dell'articolo. "L'autorizzazione all'ascolto di conversazioni telefoniche non è così facile da ottenere" spiega un dipendente del Centro per lo sviluppo della democrazia e della tecnologia, Greg Nodjeim.

Secondo lui, negli USA ci sono diversi modi per ottenere dall'autorità giudiziaria il permesso per il controllo di un cittadino del paese. Per ottenere il permesso di sorveglianza della persona, che è sospettata di spionaggio o di appartenenza a un gruppo terroristico, i servizi segreti possono rivolgersi alla cosiddetta Corte per la sorveglianza dell'Intelligence straniera, la Foreign Intelligence Surveillance Court. Inoltre, se il presunto oggetto di osservazione è un cittadino americano, è necessario ottenere l'approvazione di un procuratore generale del paese.

Tuttavia, questo non significa che le informazioni delle trattative in corso alla Trump Tower non potessero essere a disposizione dei servizi segreti. "Sembra molto probabile che l'amministrazione Obama conoscesse il contenuto dei negoziati dei dirigenti della squadra di Trump prima delle elezioni" dice dall'organizzazione Electronic frontier Foundation, Cindy Cohn.

In primo luogo, i servizi segreti possono ascoltare le conversazioni telefoniche, se si sono svolte con qualcuno che è considerato un agente straniero, si legge nell'articolo. I servizi segreti potrebbero anche utilizzare il registratore automatico di telefonate, che registra solo i dati dei cellulari, ma non il contenuto della conversazione: l'autorizzazione per l'uso di questo metodo di osservazione è più facile da ottenere dalla Foreign Intelligence Surveillance Court.

Secondo l'atto di collusione con Intelligence straniera, il Foreign Intelligence Surveillance Act, i servizi segreti americani raccolgono regolarmente informazioni di appoggio da Internet. Anche se i dati non riguardano i rapporti con paesi stranieri, possono, in determinate condizioni, entrare nel campo di attenzione dell'Intelligence. Ad esempio, se i due membri del team di Trump nelle email hanno citato qualche nome russo, sorvegliato dai servizi segreti, questa informazione potrebbe essere finita, automaticamente, contrassegnata come importante, dice Cohn.

L'indignazione di Trump nei confronti delle presunte intercettazioni attira l'attenzione degli americani sull'attività di Intelligence e innesca una discussione pubblica sulla loro necessità, conclude Politico.

Correlati:

Tony Blair discute alla Casa Bianca eventuale lavoro per Trump
Lo scandalo per le "relazioni con la Russia" ha fatto arrabbiare Trump
Amministrazione Trump vuole drastica riduzione dei finanziamenti USA ai Paesi stranieri
Tags:
intercettazioni, intercettazione, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik