18:30 25 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
1394
Seguici su

Il presidente Tayyip Erdogan ha equiparato al nazismo la politica delle autorità della Germania che hanno vietato il discorso del ministro della Giustizia Bekir Bozdag alla diaspora.

"Ehi, Germania, non assomigli per niente a una democrazia. Le vostre azioni non sono diverse dalle azioni dei nazisti del passato. L'Olanda ha fatto lo stesso, e gli altri, probabilmente agiranno ugualmente. Ma rispettate la Turchia o il risultato sarà contro di voi", ha detto Erdogan, parlando ad un forum delle organizzazioni femminili.

Giovedì il governo della città Gaggenau, nel land del Baden-Württemberg, ha annullato il discorso di Bozdag, arrivato in Germania alla vigilia del referendum per parlare del pacchetto di modifiche alla costituzione della Turchia. Il ministro lo ha definito "inaccettabile", ha rifiutato l'incontro con il suo omologo tedesco Heiko Мааs e ha lasciato il paese. In seguito il governo dei paesi bassi ha agito nello stesso modo per l'incontro dell'11 marzo a Rotterdam, per un comizio a sostegno del referendum.

Il rapporto tra Berlino e Ankara per l'ennesima volta si è aggravato dopo l'arresto di un giornalista tedesco di origine turca, Deniz Yucel. Le autorità lo sospettano di "partecipazione a un'organizzazione terroristica, uso abusivo dei dati, propaganda al terrorismo". La cancelliera Angela Merkel ha chiesto ad Ankara di liberare il giornalista e rispettare la libertà dei media.

Correlati:

Ministro Esteri tedesco Gabriel mette in guardia da confronto tra Berlino e Ankara
Berlino si appella al buonsenso di Ankara per evitare declino delle relazioni bilaterali
Siria, Ankara: Trump potrebbe diventare partner chiave di Russia e Turchia
Tags:
referendum, Incontro, dichiarazione, Recep Erdogan, Germania, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook