18:39 18 Ottobre 2017
Roma+ 20°C
Mosca+ 12°C
    Sostenitori del movimento En Marche! di Emmanuel Macron

    Presidenziali francesi, entourage di Macron accusa Sputnik e RT

    © AFP 2017/ Jean-Philippe Ksiazek
    Mondo
    URL abbreviato
    15649021

    Mounir Mahjoubi, consigliere del candidato all'Eliseo Emmanuel Macron (movimento di centrosinistra “En Marche!”) è intervenuto con un nuovo attacco contro l'agenzia di stampa russa Sputnik e il canale televisivo RT, segnala Sky News.

    Allo stesso tempo come in passato non è stata fornita alcuna prova concreta a sostegno delle sue affermazioni. Sputnik ha risposto dichiarando che tali illazioni manipolano l'opinione pubblica.

    "Accusiamo RT e Sputnik di essere la fonte principale di informazioni false sul nostro candidato," — ha detto.

    Non è la prima volta che questo tipo di dichiarazioni arrivano dalla squadra di Macron. A metà febbraio dal quartier generale del movimento "En Marche!", il cui leader è Macron, due militanti hanno denunciato attacchi informatici provenienti dal territorio della Russia sul sito e sul database per la campagna elettorale.

    "Allo stesso tempo e con la stessa frequenza risultiamo essere vittime degli hacker che attaccano i nostri server", — ha aggiunto Mahjoubi. Secondo lui, sono stati attaccati dagli hacker sia il sito sito del partito sia la risorsa web per raccogliere le donazioni per la campagna elettorale di Macron. La metà degli attacchi sono stati eseguiti dal territorio dell'Ucraina, ma da lì c'erano solo dei computer-intermediari utilizzati per nascondere la vera posizione dei pirati informatici.

    A sua volta l'ufficio stampa di Sputnik ha smentito le accuse di Mahjoubi, sostenendo che le sue parole sono un nuovo tentativo per manipolare l'opinione pubblica.

    "L'ennesima falsa affermazione di un rappresentante del partito di Macron non è altro che un tentativo di manipolare l'opinione pubblica", — ha reagito l'ufficio stampa dell'agenzia russa.

    L'edizione francese di Sputnik ed RT in precedenza avevano respinto le accuse di Macron riguardo agli attacchi nei suoi confronti dei media russi, definendole false ed infondate. Allo stesso tempo "Sputnik Francia" ha invitato l'ex ministro dell'Economia nel suo studio per un'intervista in modo da poter esporre la propria posizione politica.

    Secondo "Sputnik Francia", i tentativi per contattare personalmente i rappresentanti di Macron in relazione alle "notizie false" sul candidato sono stati intrapresi ripetutamente. In particolare l'ultimo tentativo del genere è avvenuto giovedì, ma la risposta non è ancora pervenuta in redazione. Inoltre precedentemente i rappresentanti di Macron erano ripetutamente stati invitati in onda per chiarire la posizione e fornire le prove, ma lo staff elettorale ha ignorato le richieste.

    La rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, commentando le accuse, ha ipotizzato che lo staff di Macron viva gli incubi dell'ex candidato alla presidenza degli Stati Uniti Hillary Clinton.

    Correlati:

    Eliseo, candidato sinistra radicale considera alleata la Russia e prende distanze da Putin
    Alla Francia non servono la NATO e la UE: il programma di Marine Le Pen per l'Eliseo
    Francia, Fillon a favore di una "nuova cooperazione" con la Russia
    Fillon teme Trump ed esorta Europa a rafforzare cooperazione con la Russia
    Fillon: buone relazioni con la Russia sono fondamentali per l’Europa
    Tags:
    hacker, Informazione, Russofobia, Elezioni presidenziali Francia 2017, mass media, RT, Sputnik, Emmanuel Macron, Russia, Francia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik