01:49 13 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
108
Seguici su

Continua a peggiorare la situazione umanitaria nella città irachena di Mosul. Lo rende noto lo Stato maggiore russo.

"La catastrofe umanitaria, che non è paragonabile alla situazione ad Aleppo alla fine dello scorso anno, continua a peggiorare in città", ha spiegato il generale Sergei Rudskoy, a capo del Direttorato operativo principale dello Stato maggiore.

L'alto ufficiale ha sottolineato che l'offensiva a Mosul sta continuando da più di quattro mesi, ma non è ancora stata completata. La città è stata sotto il controllo dell'Isis dal 2014.

La parte orientale è stata liberata a gennaio dalle truppe irachene, sostenute dalla Coalizione internazionale a guida Usa. Quella occidentale è ancora sotto il controllo di Daesh, ma il 19 febbraio è cominciata l'operazione per liberarla.

Correlati:

Mosca giudica l'invio di mezzi militari russi in Iraq
Pushkov: Haley dovrebbe parlare di vittime dello Stato Islamico in Iraq e non della Crimea
Iraq, alle porte di Mosul trovata fossa comune con 4mila corpi
Tags:
liberazione di Mosul, Stato Maggiore, Sergey Rudskoy, Mosul, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook