Widgets Magazine
22:37 17 Settembre 2019
Rifugiati al confine serbo-ungherese

Commissione Europea minaccia sanzioni ai paesi dell'Unione che non accettano profughi

© Sputnik . Dmitriy Vinogradov
Mondo
URL abbreviato
818
Seguici su

La Commissione Europea, in caso di inadempimento degli obblighi presi nell'ambito del programma rifugiati con Grecia e Italia, può applicare le sanzioni contro Stati membri che non rispettano la decisione dell'UE di ammissione dei richiedenti asilo.

Lo ha detto il commissario europeo per affari Interni, migrazione e cittadinanza, Dimitris Avramopoulos: "La commissione europea non esiterà ad applicare il suo potere nell'ambito degli accordi" ha detto ai giornalisti a Bruxelles. Avramopoulos ha riferito che circa 15500 profughi che si trovavano in Grecia e Italia, sono stati trasferiti in altri paesi dell'Unione Europea, nell'ambito degli obblighi della comunità per un periodo di due anni, con la finalità di trasferire dai due Stati fino a 40mila richiedenti d'asilo.

Avramopoulos ha inviato ai ministri degli Interni dell'Unione Europea una mail con un promemoria approvato sulla necessità di rispettare gli impegni presi prima della scadenza di settembre, con schemi dello spostamento e insediamento dei richiedenti asilo.

Le domande dei richiedenti d'asilo avvengono nei cosiddetti "hot spot" in Italia e in Grecia, in seguito si procede nell'ambito del programma per il trasferimento e sistemazione all'interno dei paesi dell'Unione Europea. A settembre 2015 i Ministeri degli Interni europei hanno deciso di sistemare in 23 dei 28 paesi della comunità europea, oltre i precedentemente 40mila richiedenti asilo concordati, altri 120mila rifugiati, presenti sul territorio dell'Unione Europea. Il commissario europeo per gli affari interni, migrazione e cittadinanza Avramopoulos ha più volte espresso insoddisfazione su come alcuni paesi membri dell'Unione non rispettino l'accordo sul reinsediamento dei rifugiati.

Correlati:

“Dalla Commissione Europea 5 scenari per lo sviluppo futuro della UE”
Capo della Commissione Europea: costruire l'Europa senza la Russia è impossibile
L’arma della Commissione europea contro la propaganda russa è poco efficiente
Tags:
rifugiati, Sanzioni, dichiarazione, Dimitris Avramopoulos, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik