07:00 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Brexit

    ST: quali visti prepara la Gran Bretagna per gli europei dopo la Brexit

    © REUTERS/ Neil Hall
    Mondo
    URL abbreviato
    618

    Il governo britannico prevede di completare il processo Brexit e di far entrare in vigore una legge con nuove regole per i cittadini dell'Unione Europea, scrive il quotidiano Sunday Times.

    "Si prevede il più grande  cambiamento di politica migratoria per un'intera generazione, il cui scopo sarà quello di fornire visti perenni ai migranti attivi nel lavoro in settori chiave dell'economia, e contemporaneamente, di limitare l'accesso ai servizi sociali per i nuovi arrivati" scrive il quotidiano. Secondo le fonti del giornale, il governo, per evitare critiche sulle questioni migratorie, intende consultarsi con un consiglio indipendente riguardo  la quantità di visti di lavoro che deve rilasciare.

    "In una riunione del comitato governativo per la Brexit, Theresa May ha chiesto ai ministri di sviluppare un piano diviso in due parti: la prima deve essere rivolta ai cittadini dell'Unione Europea, che già risiedono nel Regno Unito, la seconda deve determinare il regime dei visti per chi verrà dopo" si legge nell'articolo.

    Si prevede che il piano verrà presentato entro l'estate. Il nuovo disegno di legge sarà pubblicato all'inizio del 2018, il governo si aspetta che entrerà in vigore entro la fine dell'anno, appena la Gran Bretagna lascerà l'UE.

    "Una delle varianti considerate dal gabinetto è l'emissione, per i migranti futuri, di un visto di lavoro di cinque anni, a cui non sarà consentito ottenere ulteriori benefici durante il soggiorno nel Regno Unito" scrive il giornale. 

    Correlati:

    Brexit: divorzio consensuale o rissa?
    Eurocommissario valuta quanto la Brexit costerà alla Germania
    Premier della Scozia da ultimatum al Premier inglese su Brexit
    Tags:
    Brexit, Unione Europea, Theresa May, Gran Bretagna
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik