09:16 19 Agosto 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 24°C
    Carne suina

    UE esorta Russia a ritirare divieto di fornitura di carne suina dopo la decisione dell'OMC

    © Sputnik. Valery Titievsky
    Mondo
    URL abbreviato
    222178429

    L'Unione Europea ha invitato la Russia a cancellare il divieto di fornitura di carne di maiale proveniente da paesi membri dell'UE in relazione alla decisione dell'organizzazione mondiale del commercio (OMC), è stato comunicato dalla Commissione europea.

    Come è stato riferito questo giovedì, l'OMC ha respinto il ricorso della Russia per la decisione dell'organizzazione di invalidare il divieto della Russia delle importazioni nel paese di carne suina prodotta dall'Unione Europea.

    "L'UE esorta la Russia ad annullare le misure ingiustificate e a consentire alle imprese dell'UE di riprendere la normale attività con i partner russi", si legge in un comunicato della Commissione europea.

    In esso si afferma che la decisione dell'OMC "manda un forte segnale alla Russia e dai membri dell'OMC per quanto riguarda il loro impegno per il rispetto degli standard internazionali e, in particolare, del principio di regionalizzazione, che permetterebbe di commerciare con le singole regioni dell'Unione, nelle quali non sono state rilevate pestilenze o altre malattie, indipendentemente dalle condizioni sanitari delle altre parti dell'Unione". "L'UE possiede uno dei più efficienti di sistemi di controllo di sicurezza al mondo degli animali domestici e degli alimenti, con un elevato livello di allarme e severe regole di gestione del rischio" ha dichiarato la Commissione Europea.

    La Russia alla fine di settembre ha presentato ricorso contro la decisione dell'OMC sulla controversia: "La Federazione Russa: misure in materia di limitazione delle importazioni di suini vivi, carne di maiale e derivati, prodotti dall'unione Europea". Il 19 agosto è stato pubblicato il rapporto processuale, secondo il quale le restrizioni delle importazioni in Russia di suini vivi e carne di maiale dalla UE violano le norme dell'OMC ad eccezione delle restrizioni contro la Lettonia, che, a dispetto della decisione positiva su quest'ultimo paese, è diventato uno dei motivi principali del ricorso presentato.

    Il Servizio Federale russo per la sorveglianza veterinaria e fitosanitaria dal 30 gennaio 2014 ha vietato la fornitura di carne suina in Russia dai paesi dell'Unione Europea fino all'ottenimento di garanzie di sicurezza da parte della Commissione europea. La decisione è stata presa dopo che è stata registrata una esplosione di peste africana in Lituania. A metà febbraio, è scoppiato un altro focolaio della malattia in Polonia. L'UE ha definito il divieto sproporzionato e ha inviato un appello al WTO con la richiesta di formare un gruppo di esperti per risolvere la disputa sul divieto di importazione dei prodotti degli allevamenti suini provenienti dai paesi UE.

    Correlati:

    Influenza suina A/H1N1 in Russia: per l'OMS non è un'epidemia
    Ucraini resteranno senza carne di maiale
    L’Ue potrebbe inviare il surplus della produzione di carne ai profughi siriani
    Tags:
    importazione, Carne suina, import, UE, Europa, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik