09:58 17 Agosto 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 19°C
    Isole Curili

    Il Consiglio della Federazione risponde a protesta giapponese contro dispiegamento truppe

    © Sputnik. Ekaterina Chesnokova
    Mondo
    URL abbreviato
    15476180

    La Russia non ha intenzione di usare la divisione che verrà schierata sulle isole Curili contro il Giappone, ed è pronta a cooperare con Tokyo nell’ambito militare ha dichiarato a RIA Novosti il capo del comitato del Consiglio della Federazione per la sicurezza Victor Ozerov.

    Il Ministro della difesa Sergey Shoygu, ha annunciato al parlamento russo del lavoro attivo per la difesa delle Curili. Secondo Shoygu il Ministero intende dispiegare la divisione già quest'anno. Il governo giapponese ha protestato contro i seguenti piani del governo russo.

    "Lo schieramento di truppe nelle Curili non è inteso contro il Giappone", ha detto Ozerov.

    Ha ricordato che dopo le trattative tra il presidente Vladimir Putin e il Premier giapponese Shinzo Abe di dicembre dello scorso anno, è stato fissato un programma di sviluppo della cooperazione bilaterale, che verrà implementato a breve.

    "Siamo pronti a cooperare nell'ambito militare, nella lotta al terrorismo e contro appropriazione indebita di risorse biologiche marine", ha detto il senatore.

    "Ma collocheremo le nostre forze armate lì dove è necessario", ha aggiunto.

    Ozerov ha sottolineato che la Russia ha il diritto di inviare truppe sul suo territorio dove meglio crede, se questo non viola le norme del diritto internazionale e dei requisiti delle Nazioni Unite.

    "In questo caso non c'è nessun tipo di violazione", ha detto lui.

    Correlati:

    Isole Curili, Novikov: fanno parte della Russia e Mosca ci fa quel che vuole
    Giappone protesta contro la Russia che battezza cinque isole Curili
    Russia, firmato ordine per dare un nome alle isole dell’arcipelago Curili
    Tags:
    Proteste, isola, Protesta, truppe, Dispiegamento forze, Il Ministero della Difesa, Sergey Shoygu, Isole Curili
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik