13:48 23 Agosto 2017
Roma+ 28°C
Mosca+ 22°C
    Kim Jong Nam

    Assassinio Kim Jong-nam, la Malesia potrebbe chiudere l’ambasciata nordcoreana

    © REUTERS/ Kyodo
    Mondo
    URL abbreviato
    220819

    Kuala Lumpur considera possibile la chiusura dell’ambasciata della Corea del Nord in seguito all’assassinio di Kim Jong-nam, fratellastro del dittatore nordcoreano Kim Jong-un. Lo riferisce l’agenzia Reuters.

    Secondo la fonte, i commenti dell'ambasciatore della Corea del Nord hanno provocato la violenta reazione della Malesia, che, in risposta, sta valutando la possibilità di chiudere l'ambasciata nordcoreana. Le altre opzioni di risposta delle autorità malesi potrebbero essere la classificazione dell'ambasciatore nordcoreano come persona non grata o la sospensione del regime di libera circolazione tra i due paesi. Non si esclude neppure l'espulsione di tutti i diplomatici della Corea del Nord dal paese. Secondo quanto riferito, il ministero degli Esteri malese non ha commentato queste informazioni.

    L'ambasciatore nordcoreano Kang Chol ha diverse volte attaccato la Malesia dopo l'assassinio del fratellastro di Kim Jong-un. Soprattutto dopo il rifiuto di Kuala Lumpur di rimpatriare la salma senza che venisse eseguita l'autopsia. Chol ha inoltre dichiarato di non fidarsi della giustizia e della polizia malesi a causa della loro politicizzazione. 

     

    Correlati:

    Diplomatico nordcoreano sospettato di essere coinvolto dell'omicidio di Kim Jong-Nam
    Chi ha ucciso Kim Jong-Nam? E perché? Varie ipotesi infittiscono ulteriormente il mistero…
    Corea del Nord, esperto: Kim Jong-un potrebbe aver ordinato l’uccisione del fratellastro
    Tags:
    ambasciata, chiusura, Reazione, critiche, Indagini, Omicidio, Assassinio Kim Jong-nam, Kim Jong-un, Corea del Nord, Malesia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik