03:15 14 Dicembre 2019
Esercitazioni USA-Lituania

Germania, programma NATO: carri armati in Lituania per il "contenimento della Russia"

© AP Photo / Mindaugas Kulbis
Mondo
URL abbreviato
19125
Seguici su

La Germania spedisce veicoli blindati in Lituania, in conformità al programma NATO, finalizzato al contenimento di una possibile aggressione da parte della Russia, riferisce la rivista tedesca Der Spiegel.

Come hanno riferito i rappresentanti ufficiali delle forze armate tedesche, dalla base militare bavarese di Grafenver, via piattaforme ferroviarie, sono stati spediti i primi 20 blindati Marder. Lunedì 20 febbraio presso la base lituana sono stati inviati sei carri armati Leopard 2. Nel mese di gennaio è stato riferito che in Germania, via mare, dagli USA sono arrivati cento carri armati, obici semoventi e altre macchine da guerra, per il loro posizionamento nei paesi baltici e Polonia. Da metà gennaio la Lituania ha già ricevuto 120 conteiner e 200 veicoli blindati.

Secondo il piano adottato lo scorso anno dall'alleanza atlantica, per il rafforzamento della presenza militare in Europa Orientale e nei paesi baltici, in totale, in Lituania, si prevedono di inviare 450 soldati tedeschi. Inoltre, secondo le autorità della Germania, 300 sono già sul posto. I primi militari tedeschi sono stati trasferiti alla fine di gennaio. Gli altri arriveranno questa settimana. Il numero delle unità delle forze armate tedesche aumenterà fino a 198mila. Come osserva Der Spiegel, citando InoPressa, l'esercito ha disposto in Lituania un battaglione predisposto per il "contenimento della Russia". I paesi Baltici e la Polonia hanno ripetutamente richiamato l'attenzione sulla crescente minaccia da parte della Russia dopo la riunificazione della Crimea e l'escalation del conflitto armato nella parte orientale dell'Ucraina.

In ciascuno dei battaglioni, ospitati in Lituania, Estonia, Lettonia e Polonia, saranno presenti  mille soldati. L'attuale invio di soldati della NATO è diventata la più grande dislocazione di unità dell'Alleanza ad est dalla fine della guerra fredda, si legge nell'articolo. In questi giorni, riferita da ignoti, una voce in circolazione riferiva della presunta violenza esercitata su una ragazza di 15 anni da parte dei soldati tedeschi che si trovano in missione in Lituania il 9 febbraio. Lettere riguardo l'incidente sono state inviate al capo del parlamento Victoras Prancketis, ai deputati lituani, al capo del commissariato di polizia e ai media, che hanno pubblicato la notizia subito senza verificarla.

In seguito, secondo informazioni non confermate, la stampa tedesca ha accusato la Russia di tentativo di disinformazione. Non si sa chi c'è dietro quello che è successo, ma prima di tutto, di questo sono sospettati i servizi segreti russi, scrive Der Spiegel. Ricordiamo che la decisione di posizionare quattro battaglioni della NATO nei paesi baltici e Polonia è stata presa nel mese di luglio 2016 al vertice dell'alleanza a Varsavia.

A Mosca ritengono rafforzare la presenza delle forze dell'alleanza nelle immediate vicinanze dei confini della Russia sia una diretta minaccia per il paese. La Russia in risposta ha intensificato le sue forze ai confini occidentali. La scorsa settimana il presidente Vladimir Putin ha ricordato che a Varsavia in occasione del vertice NATO, la Russia per la prima volta dal 1989, è stata riconosciuta come la principale minaccia per la sicurezza dell'alleanza e il suo contenimento è stato ufficialmente proclamato come nuova missione della NATO. Secondo il capo dello stato, con tali azioni l'Ovest provoca continuamente la Russia e cerca di attirarla in un confronto.

 

Correlati:

Ministero della Difesa Armenia: cooperazione con la NATO non è né sarà contro la Russia
Russia, Shoigu: Turchia dovrebbe coinvolgere la NATO a creazione coalizione antiterrorismo
Armenia, ministro: la collaborazione con la NATO non è contraddittoria
Estonia, servizi segreti spiegano come Mosca potrebbe mettere locali contro militari NATO
Tags:
esercito, Esercitazioni, NATO, Lituania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik