16:40 30 Marzo 2017
    Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov

    Donbass, il Cremlino commenta la dichiarazione del leader della DNR

    © Sputnik. Sergey Guneev
    Mondo
    URL abbreviato
    172062340

    La possibilità di liberare il Donbass dalle forze ucraine con mezzi militari non è in linea con gli accordi di Minsk, ma Mosca si rende conto che le dichiarazioni fatte al tal proposito sono dettate dalla tensione emotiva provocata da Kiev. Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov.

    "Queste dichiarazioni, sicuramente, non sono in linea con gli accordi di Minsk. D'altra parte, probabilmente, è colpa dello sfondo emotivo che, purtroppo, accompagna la tensione esistente sulla linea di demarcazione sorta dopo le azioni provocatorie e aggressive delle forze armate ucraine e delle singole unità che è difficile dire come e in quale misura sono controllate dalle forze armate ucraine che continuano a bombardare i villaggi del Donbass", ha detto Peskov ai giornalisti.

    Il capo della sedicente Repubblica popolare di Donetsk Alexander Zakharchenko in una conferenza stampa ha detto che spera in una soluzione pacifica al problema delle zone del Donbass controllate dall'esercito ucraino, ma ha ricordato a Kiev che la soluzione potrebbe anche essere militare.

    Correlati:

    Zakharchenko: Donbass resiste al blocco, ma Kiev può dimenticarsi il riscaldamento
    Per Kiev l'unica alternativa al carbone del Donbass è la Russia
    “Violenza e saccheggi rendono difficile reintegrazione del Donbass in Ucraina”
    Tags:
    commento, tensione, risoluzione, Situazione nel Donbass, Cremlino, Dmitry Peskov, Donbass, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • avatar
      советский
      E' evidente che se viene messa in pericolo la vita dei figli, delle mogli e degli altri parenti e amici, uno a costo di lasciarci la pelle, si difende con le unghie e con i denti
    • Harald
      Questa volta Peskov mi trova in disaccordo (anche se è un uomo che stimo moltissimo).... ha ragione Donetsk Alexander Zakharchenko....
      Quella è una storia che non può durare in eterno....bambini anziani e donne massacrati come fossero bestie.....ma stiamo scherzando???.....vorrei vedere uno qualsiasi che predica pace....quando la sua famiglia gli amici i conoscenti vengono sterminati senza aver commesso alcun atto ostile.

      Io sono per la derattizzazione totale....ogni discorso con loro è fiato sprecato.....con i pazzi e gli idioti non si ragiona.... capiscono solo le mazzate.
    • avatar
      Marco
      Un nome per tutti in questa guerra :
      ANNA TUV
      Questa Donna e' forza e umiltà , qualità che mancano a molti uomini di governo.
    • avatar
      cile11973
      Concordo con i vostri commenti. Neppure io sono in sintonia con il signor Peskov.
      Purtroppo, la diplomazia ha le sue regole che spesso, come tutti sappiamo, non coincidono con le nostre aspettative e soprattutto nemmeno con quelle del popolo del Donbass che è oggetto costantemente di rappresaglie, bombardamenti indiscriminati ecc..
      Credo però che, al di la delle dichiarazioni del signor Peskov, i russi sappiano benissimo che gli accordi di Minsk purtroppo son ormai diventati per volere di Kiev e dei suoli lacchè occidentali in particolare Germania e Usa, carta straccia.
      Epperò correttamente i russi richiamano tutti questi viscidi soggetti alle loro responsabilità, in particolare nei confronti di Germania e Francia. Saluti Luigi.
    Mostra nuovi commenti (0)