16:40 30 Marzo 2017
    Soldati ucraini vicino alla linea di contatto nel Donbass

    Zakharchenko annuncia la volontà di intraprendere azioni militari contro Kiev

    © REUTERS/ Maksim Levin
    Mondo
    URL abbreviato
    171761331

    Il capo della repubblica autoproclamata popolare di Donetsk Alexander Zakharchenko ha dichiarato la volontà di prendere militarmente le zone del Donbass controllate da Kiev.

    "Abbiamo sempre detto che la liberazione dei territori occupati delle regioni di Donetsk e Lugansk è il nostro compito collettivo. E abbiamo sempre detto che è auspicabile farlo con mezzi politici. Se questo a Kiev non lo capiscono, allora lasciate che vi ricordo che siamo in grado di farlo con l'esercito" citano le parole di Zakharchenko le agenzie di stampa russe.

    In precedenza i capi delle repubbliche autoproclamate Igor Plotsnitsky e Aleksandr Zakharchenko hanno detto di aver sviluppato un programma di assistenza umanitaria ai residenti delle zone controllate da Kiev nel Donbass.

    Correlati:

    Zakharchenko: Donbass resiste al blocco, ma Kiev può dimenticarsi il riscaldamento
    Per Kiev l'unica alternativa al carbone del Donbass è la Russia
    “Violenza e saccheggi rendono difficile reintegrazione del Donbass in Ucraina”
    Tags:
    donbass, Donbass, Conflitto nel Donbass, LNR, DNR, Repubblica Popolare di Lugansk, Igor Plotnitsky, Donbass
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • Harald
      Ormai il natale è passato....e sarebbe fuori luogo ammazzare il maiale e fare la pista....(salsicce salami prosciutti e insaccati vari di maiale.... questa noi la chiamiamo la pista) ma da noi il periodo è quello poco prima di natale perche poi le temperature si alzano e la pista si rovinerebbe.....da voi il clima è differente.....il tempo è ancora quello giusto.....fate fuori quel branco di maiali e togliete dalla miseria e sofferenza quella povera popolazione... che nulla hanno fatto di male per meritarsi tanto.
    • avatar
      maurizio.innocenti8
      In effetti,attualmente meno della metà delle regioni di Lugansk
      e Donetsk è sotto il controllo degli autonomisti.
      Non c'è motivo per non tentare di liberare anche il resto.
      Forza Zak e forza Igor!
    • Микояна и Гуревича МиГ-25
      A Kiev non capiscono un cazzo, salvo due fattori: soldi e mazzate.
      Per i primi ci pensa la nazi-EU...alle seconde, pensateci voi, Patrioti del Donbass.
      Forza Igor, forza Aleksandr...avanti! Fategli cagare sangue a quei quattro cialtroni di mercenari nazisti...vendicate (con gli interessi) gli eroi Motorola e Givi !
      La fortuna (e forse anche Mosca... ma senza dare nell' occhio delle merde atlantiche) aiuta gli audaci...nel vostro caso, gli EROI.
      Lunga vita alle Repubbliche DNR/LNR.
    • avatar
      franco296
      Finalmente!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • avatar
      nicodemo
      I Capi delle Repubbliche del Donbass hanno tutto il diritto di attuare la loro volontà, fosse solo per poprre fine allo stillicidio della povera gente! I comandanti Romani (quelli cosiddetti Antichi) avevano un motto: Parcere subiectis, debellare superbos!
    • giovanni
      Sono d· accordo , questi ipocriti servi ucro nazi golpisti di regime mondialista ,conoscono solo il pugno duro!
    • avatar
      cile11973
      Dichiarazione scontata, oltremodo legittima ma "intempestiva". Intanto si sarebbe dovuto attuarla un pò di tempo fa e portare lo scontro in tutte le sue forme fuori dal territorio delle Repubbliche, soprattutto dopo la vittoria militare a Debaltsevo. Generalmente però questo tipo di affermazioni non si fanno. Silenziosamente e senza annunci, come fanno i nazi-fascisti ukraini e i loro lacchè europei-usa, si attuano. Del resto, gli accordi di Minsk per quest'ultimi, da tempo sono carta straccia. Soprattutto per la Germania e gli Usa.
      La Russia sa bene anche questo.
      Comunque mi rendo conto che è facile battere i tasti di una tastiera, comodamente seduti.
      Solidarietà e, Viva le repubbliche della Novorossjia, Viva il popolo resistente e martoriato del Donbass, Viva le loro milizie per l'autodifesa. Cordialmente saluti Luigi.
    Mostra nuovi commenti (0)