05:36 25 Febbraio 2017
    Kim Jong Un, leader della Corea del Nord

    Chi ha ucciso Kim Jong-Nam? E perché? Varie ipotesi infittiscono ulteriormente il mistero…

    © REUTERS/ KCNA
    Mondo
    URL abbreviato
    396051

    I media di tutto il mondo parlano della misteriosa morte del fratellastro del capo della Corea del Nord, Kim Jong-nam. La versione ufficiale è che sia stato eliminato dai servizi speciali della Corea del Nord. "Sputnik" ha chiesto a due esperti russi di condividere le loro ipotesi su questo misterioso omicidio. Le loro opinioni sono opposte.

    Secondo il diplomatico e orientalista Georgij Toloraia la versione più probabile è che possano essere stati davvero i servizi speciali della Corea del Nord:

    — Kim Jong-Nam è stato eliminato per ordine di Kim Jong-un, perché minacciava di poter diventare nella sua posizione un possibile candidato alternativo. Un argomento contro questa versione è che Kim Jong-un avrebbe potuto sbarazzarsi prima dell'avversario. Infatti in questo momento Kim Jong-nam non rappresentava un grosso rischio per lui… Ma potrebbe essere che qualcuno sostenesse Kim Jong-nam come asso nella manica. In questo caso se qualcosa fosse successo in Corea sarebbe servito un leader legittimo. Forse è entrato in contatto con dei sudcoreani i quali lo volevano utilizzare per indebolire il potere di Kim Jong-un. In ogni caso, tali ipotesi sono apparse sulla stampa internazionale. Difficile giudicare, se siano vere, ma questo da motivo di credere che sia stato Kim Jong-un a uccidere il fratello. Inoltre, pubblicamente e con aria di sfida. Il motivo potrebbe essere stata una transazione commerciale… Ma anche dopo i risultati dei medici e della la polizia, che stabilirà la causa di morte, non si avranno le motivazioni e i nomi dei mandanti. Questa è una di quelle storie che non verranno mai chiarite.

    L'intelligence della Corea del Sud sospetta che la caccia per Kim Jong-nam vada avanti dal 2012. Il Premier Hwang-kyo An, il quale occupa anche la carica di presidente della Corea del Sud, ha detto che, in caso di conferma del coinvolgimento della Corea del Nord per la morte di suo fratello maggiore, questa sarebbe la prova della crudeltà del regime nordcoreano.

    L'esperto della Corea Konstantin Asmolov, tuttavia sottolinea che non ci siano prove a favore di questa versione. E osserva che i media cinesi non vedono la responsabilità di questa morte nei "servizi segreti nordcoreani": "infatti essi considerano anche la pista sudcoreana, in quanto la morte del fratello del leader gioverebbe alla Corea del Sud. In primo luogo, è un perfetto esempio di ciò che può fare il terribile regime in Corea del Nord. Il leader ha ucciso suo fratello in un modo così brutale. L'obiettivo è di spingere l'amministrazione americana ad un'azione più decisa contro la Corea del Nord ".

    Ba Dianjun, uno degli esperti cinesi dell'Istituto degli Studi dell'Asia nord orientale della Jilin University, ha detto in una intervista con Sputnik: "siccome al momento non ci sono informazioni confermate sulle cause della morte di Kim Jong-nam, molti tirano fuori ipotesi irresponsabili: "ora i media mondiali, soprattutto in Giappone e Corea del Sud, si sono concentrati sulle relazioni tra Cina e Corea del Nord. Il fatto che Kim Jong-nam abbia trascorso la maggior parte del tempo a Macao, spinge a ipotizzare che egli potesse essere una "riserva" in Cina, nel caso sarebbe potuto diventare utile usare Kim Jong-nam per creare un nuovo ordine in Corea del Nord. Io, al contrario, credo che la morte di Kim Jong-nam dimostra che la Cina non abbia tali piani".

    Nella situazione attuale, gli Stati Uniti, col nuovo governo al potere, continuano l'installazione del sistema THAAD, col piano di influenzare le relazioni tra la Cina e la Corea del Nord.

    Secondo Konstantin Asmolov:

    "Il canale principale sudcoreano aveva già definito la propria versione del delitto prima ancora che la polizia malese confermasse la morte di Kim Jong-Nam. Quando lui si è ammalato, non era ancora noto chi fosse esattamente questa persona. All'inizio i media della Corea del Sud avevano fatto riferimento alla polizia Malese, ma non c'erano conferme. Poi hanno citato delle fonti informate del governo, di conseguenza qualsiasi versione in assenza di prove non hanno significato. Per ognuna si possono trovare motivi diversi. Per esempio che i sudcoreani in questa maniera abbiano voluto innervosire Kim Jong-un per spingerlo a reagire.

    Il delitto misterioso ha suscitato l'interesse della stampa e della comunità internazionale per la Corea del Nord. Dopo tutto, la Corea del Nord è uno dei paesi più chiusi del mondo, e le informazioni riguardo esso vengono fornite o attraverso i media o da fonti di intelligence. Molti dei dati sono contraddittori, sono quasi impossibili da verificare. E' già noto che è arrestato un secondo sospetto per l'omicidio di Kim Jong-nam. Ma non è ancora stata stabilita la causa della sua morte. E le versioni e la speculazione continueranno a moltiplicare i segreti della sua misteriosa morte".

    Correlati:

    Corea del Nord, Kim Hyun Joong: test balistico contro minaccia Usa
    Corea del Nord, esperto: Kim Jong-un potrebbe aver ordinato l’uccisione del fratellastro
    Nuovo test missilistico della Corea del Nord
    Corea del Nord, Mosca: risoluzione crisi solo attraverso vie politico-diplomatiche
    Tags:
    Relazioni Internazionali, morte, Morte, media, Kim Jong-un, Corea del Nord
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    Mostra nuovi commenti (0)