16:45 17 Dicembre 2017
Roma+ 11°C
Mosca+ 3°C
    Angela Merkel

    La Merkel giovedì chiarirà alla commissione del Bundestag questione “intercettazioni” NSA

    © REUTERS/ Max Rossi
    Mondo
    URL abbreviato
    210

    Giovedì Angela Merkel prevede di dare chiarimenti al comitato d’indagine del Bundestag in qualità di testimone. Dovrà chiarire se lei fosse a conoscenza o meno delle attività dell’agenzia di controspionaggio tedesco BND. André Hahn, membro del comitato di vigilanza per i servizi segreti, si aspetta delle risposte sulla questione.

    "Non è corretto spiare gli alleati", ha detto Merkel nel 2013, dopo lo scandalo delle "intercettazioni" dei politici tedeschi da parte della Agenzia Nazionale di Sicurezza (NSA). André Hahn, membro del Bundestag del partito di Sinistra, ha parlato della questione con Sputnik.

    "Il modo in cui era allora era stata formulata questa idea, assolutamente corretto e chiaro. Tuttavia noi già sappiamo che il dipartimento di controspionaggio tedesco, il BND, si è spesso occupato delle stesse questioni. Probabilmente con una portata minore del NSA, ma comunque l'agenzia ha spiato numerosi governi europei, ministeri, organizzazioni internazionali, organizzazioni non governative, ecc. E in tutti questi casi, l'agenzia ha violato norme giuridiche, leggi e la Costituzione stessa", ha detto Han.

    Pertanto i parlamentari hanno sollevato la questione, ovvero se il cancelliere fosse a conoscenza di quello che fanno i propri servizi segreti. "Questo significa che lei ha dato al pubblico una immagine totalmente sbagliata di quello che sapeva. O lei davvero non sapeva nulla e in quel momento credeva in quello che diceva. Ma allora la domanda è: forse i servizi segreti hanno il diritto di agire in piena autonomia? E come dovrebbe essere svolto il controllo su di essi?" ha detto il deputato.

    L'ufficio del cancelliere federale risponde al controllo dei servizi segreti. Assumendo però che il BND può fare quello che gli pare, e non prestare attenzione alla legge, la responsabilità politica per questo è del "Cancelliere". Khan ha detto che questo è del tutto inaccettabile, perché nonostante questi scandali non sono state ancora prese delle misure specifiche: almeno nell'ufficio del Cancelliere tutti i dipendenti sono rimasti al loro posto, e non ci sono riforme strutturali sono imminenti.

    Inoltre riguardo la questione, Khan si rifiuta ancora di credere che dei dipendenti ordinari possano prendere decisioni riguardo intercettazioni dei capi di Stato e di governi, organizzazioni internazionali, istituzioni europee, parlamenti, ecc, senza l'autorizzazione da parte della direzione del proprio dipartimento e senza valutare correttamente le sottigliezze politiche. Dunque in questo caso, sembra che l'Ufficio Cancelliere abbia lasciato che la situazione faccia il suo corso, non avendo dimostrato la volontà di scoprire la verità e dando massimo spazio di manovra BND.

    C'è anche l'ipotesi che tutti sapessero e che abbiano volontariamente taciuto. Il deputato Han non sa quale delle due possibilità sia peggio. Tuttavia da questo scandalo si sarebbero dovute trarre delle conclusioni, il che fino ad ora non è stato ancora fatto.

    "Io certamente vorrei che non venisse condotta una sorveglianza di massa indiscriminata, che i servizi segreti rispettino la legge e che il governo riconosca la propria responsabilità per il controllo dei propri dipartimenti" ha detto il parlamentare. Mi dispiace che invece di trarre conclusioni da quanto accaduto, le autorità abbiano approvato leggi che consentono delle azioni, che finora sono state considerate illegali. In poche parole la sorveglianza indiscriminata è stata legalizzata dal governo. Tuttavia, questa è la peggiore conclusione possibile di quello che è accaduto".

    Correlati:

    Elezioni Bundestag, macabra vignetta su Angela Merkel di Charlie Hebdo
    Servizi segreti tedeschi smentiscono Merkel: nessuna prova su ingerenza del Cremlino
    Migranti, Merkel: Ue fornirà alla Turchia i fondi per i rifugiati
    Germania, Merkel contro Trump per le restrizioni all’accesso dei musulmani negli USA
    Tags:
    Spionaggio, intercettazioni, Responsabilità, Intercettazioni, BND, NSA, governo, Angela Merkel, Germania
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik