09:55 27 Febbraio 2017
    Esercito libico (foto d'archivio)

    Libia chiede aiuto alla NATO per formare forze di sicurezza

    © REUTERS/ Ismail Zitouny
    Mondo
    URL abbreviato
    8410113

    La Libia ha chiesto aiuto al blocco politico-militare della NATO per la creazione di forze di sicurezza nazionali.

    Lo ha dichiarato il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg in una conferenza stampa a Bruxelles, dove è in corso il vertice dei ministri della Difesa del consiglio dell'Alleanza Atlantica.

    Correlati:

    Voice of America: l'Italia vuole la pace in Libia con l'aiuto della Russia
    La Russia non tratta la creazione di basi militari in Libia
    Il Parlamento russo offre cooperazione alla Libia
    Lavrov: “Russia non permetterà che la Siria vada a finire come la Libia”
    Occidente e NATO hanno distrutto Gheddafi e tutta la Libia
    "Improbabile sostegno della Russia ad azioni unilaterali della NATO in Libia"
    Mosca: riprendere subito i negoziati tra le parti siriane. No ad operazione NATO in Libia
    Tags:
    Cooperazione militare, Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Occidente, Sicurezza, NATO, Jens Stoltenberg, Nord Africa, Libia, Mediterraneo
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • Микояна и Гуревича МиГ-25
      E' uno scherzo.
      Chiedete aiuto alla NATO???? Ahahahahahahah... ma se vi hanno devastato fino ad oggi!!!
      Non vi basta?
      Come chiedere aiuto a Satana per essere più buoni ed avere l'anima salva!
      AHahahahahah...!!!
    • Flanker
      L'ascaro da colonialismo settecentesco Al Sarraj lo ha chiesto quindi....
      Delirio psicotropo autoreferenziale!!!!
      Il IV Reich chiede a se stesso di darsi una mano per espletare le sue porcate in Libia!!!
    • gianus
      Ma di quale Lybia state parlando? di quella il cui presidente è riconosciuto solo dall'occidente e governa da un barcone?
    • lothario
      Gli islamisti mascherati di Tripoli, capeggiati dalla marionetta Al Serraj, che dovrebbero far finta di combattere contro gli islamisti incappucciati, quelli dell'Isis, per lacerare e sgretolare la Libia come è già avvenuto con l'Iraq e la Siria NON sono "la Libia": sono armi di "distrazione" e "distruzione", rispettivamente; strumenti che la Nato tipicamente usa per massacrare e rendere inoffensivi i paesi che prende di mira, e poi appropriarsene. La VERA Libia, la Libia indipendente e sovrana, è probabilmente rappresentata in questo momento da chi si oppone a questo infame disegno imperialista: il generale Haftar.
    • Raffaele Ucci
      Quale Libia?
    • giovanni
      Il nuovo teatrino di guerra si sposta ora nel nordAfrica .La geopolitica colonialista del regime occidentale a tutto campo, non perde occasione per dimostrare tutta la sua ipocrisia in stile dott. Jekill and Mr. Hyde !FINCHE· C·E· GUERRA ,C·E· SPERANZA!
    Mostra nuovi commenti (0)