09:55 27 Febbraio 2017
    Michael Flynn, consigliere della Casa Bianca dimessosi per contatti con l'ambasciatore russo

    The Intercept: "scandalo Flynn è emblematico della vigliaccheria di Washington"

    © REUTERS/ Carlos Barria
    Mondo
    URL abbreviato
    4588151

    Le dimissioni del consigliere per la sicurezza nazionale del presidente degli Stati Uniti Michael Flynn hanno rivelato che i funzionari americani cambiano in modo impassibile la propria posizione a seconda della fuga di informazioni riservate non appena lo ritengono conveniente, scrive il giornalista di The Intercept Glenn Greenwald.

    I rappresentanti di entrambi i partiti, che in precedenza avevano esortato a punire Edward Snowden, Chelsea Manning, Tom Drake ed altri informatori durante la presidenza di Obama, oggi elogiano quelli che hanno svelato al pubblico le informazioni classificate che hanno portato alle dimissioni di Flynn.

    "Tuttavia si tratta solo di vili giochi da quattro soldi di Washington. Persone senza certezze senza scrupoli cambiano la propria posizione radicalmente in questioni politiche fondamentali, agendo solo a vantaggio o svantaggio dei propri leader. Gli stessi democratici che solo 3 mesi fa bollavano come peccato mortale le perdite di informazioni riservate, ora ritengono di aver agito con un eroico atto di resistenza", — scrive il giornalista.

    Molto probabilmente le motivazioni delle persone che hanno smascherato in pubblico la bugia dell'ex consigliere non sono le più nobili. Flynn e il presidente Donald Trump hanno molti nemici nell'intelligence e nel Pentagono, è molto probabile che sia un discorso di vendetta.

    Lunedì si è dimesso Michael Flynn dall'incarico di consigliere sulla sicurezza del presidente Trump ed ha ammesso di non aver dato informazioni complete sui contatti avuti a Washington con l'ambasciatore russo Sergey Kislyak. In precedenza, i media avevano riferito che Flynn aveva discusso a dicembre con Kislyak le sanzioni antirusse, malgrado le smentite a riguardo della squadra di Trump.

    Correlati:

    Ex direttore della CIA infuriato per la visita di Trump al quartier generale di Langley
    Hackeraggio, Trump sul rapporto CIA: mancano le prove
    Peskov: Snowden non è un giocattolo, negli USA rischia la pena di morte
    Per la stampa americana Mosca potrebbe estradare Snowden in USA come regalo per Trump
    Tags:
    politica interna, Russofobia, Casa Bianca, Servizi segreti USA, CIA, Michael Flynn, Donald Trump, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    Mostra nuovi commenti (0)