18:52 24 Marzo 2017
    Ministro degli Esteri Angelino Alfano

    Alfano: il destino di Assad è nelle mani del popolo siriano

    © AP Photo/ Gregorio Borgia, file
    Mondo
    URL abbreviato
    1238380

    Il ministro degli Esteri Angelino Alfano crede che il destino del presidente della Siria Bashar Assad dipenda esclusivamente dal popolo siriano. Alfano ne ha parlato nel corso di una conferenza stampa congiunta con l’inviato speciale dell’ONU in Siria Staffan de Mistura.

    "La risposta è nei tre punti del programma di de Mistura alla base della risoluzione Onu: una nuova forma di governo, una nuova costituzione, nuove elezioni. Sul futuro di Assad alla fine decideranno i siriani", — ha detto Alfano.

    Correlati:

    Siria, de Mistura vola a Mosca per incontrare Lavrov e Shoigu
    Siria, incontro Turchia-Russia prima dei colloqui di Astana
    Siria, il ministro della Cultura condanna l’ISIS per le distruzioni a Palmira
    Tags:
    Dichiarazione, crisi, risoluzione, Situazione in Siria, ONU, Angelino Alfano, Staffan de Mistura, Bashar al-Assad, Siria, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • Harald
      Ma che minchia parla questo??
      'Sto lecchino che non è altro....pur di portare a casa la pagnotta facile si vende a qualsiasi partito come una prostituta.
    • avatar
      Aleksis
      Salvo Far :) da quello che scrivi, mi fai simpatia. Grande paesano PS: prov di Palermo. Alfano è un povero idiota detta da uomo a uomo compa. Come si sol dire: "cambia bandiera"
    • avatar
      AleksisIn risposta Harald(Mostra commentoNascondi commento)
      Harald, :)
    • avatar
      msan.mr
      Credo che oramai ci sia una sola risposta da dare a tutti questi coglionazzi da strapazzo:

      RUSSIA-CINA-SIARIA-IRAN....un asse formidabile anti-NATO, anti-UE, anti-USA.

      Un asse militare, commerciale, geopolitico e di reciproco supporto in caso di aggressione da parte di terzi. Una sorta di Patto di Varsavia ed un allargamento dei Brics e dunque anche economicamente, una convergenza con l'India ed altri Paesi asiatici, alternativo all'occidente.

      E' fondamentale che questa unione cresca rapidamente, smarcando tutte le chiacchiere e le false aperture degli occidentali che si riveleranno sempre delle menzogne!

      Quello che farà la Siria non spetta certo a loro dirlo e certamente meno che meno ad Alfanuzzu beddu 'o scimmunito de Palermo!
    • avatar
      maurizio.innocenti8
      Se il destino di Assad è nelle mani dei siriani perché mai
      il governo di cui Alfano fa immeritatamente parte non
      toglie le sanzioni alla Siria?
    • avatar
      fabixmotta68
      L'omo del nulla, l'hanno fatto ministro degli esteri, proprio perchè la nostra politica estera non esiste, cioè il nulla. Si dice che non sappia nemmeno una parola di inglese, come al solito nello stile del ragazzotto di firenze. Ci sarà da ridere agli incontri tra ministri, tanto non è importante quando si deve ubbidire e basta. Poi che il destino di Assad lo decideranno i siriani, quello è chiaro, non è che ce lo doveva dire lui, dopo sei anni di guerra di aggressione alla Siria che ci ha visti come dei vili complici, ripetere a pappagallo 'Assad must go' solo perchè obanana e la klingon avevano deciso così. Rivedere il video delle lodi di napolitano nei confronti di Assad e consorte, descritti giustamente come esempio di tolleranza e rispetto delle altre culture, fa capire il livello di vigliacchegeria della nostra classe dirigente.
    • avatar
      Mario 9
      Se l'ha detto Lui è certamente vero! Attenzione! Siamo al cospetto di un Grande Statista, profondo e autonomo col suo pensiero sublime!
    Mostra nuovi commenti (0)