07:31 22 Agosto 2017
Roma+ 21°C
Mosca+ 18°C
    Manifesto contro le armi nucleari di Darren Cullen

    Regno Unito, manifesto provocatorio contro l’aggiornamento del programma nucleare

    © Foto: Darren Cullen
    Mondo
    URL abbreviato
    242290

    Gli attivisti britannici che si oppongono all’aggiornamento del programma nucleare nazionale hanno riassunto la loro opinione in un manifesto provocatorio.

    "Diventa un attentatore suicida", recita il manifesto che ricalca per stile quelli di reclutamento della Marina militare ma con un sottomarino nucleare sullo sfondo.

    "Il messaggio è molto semplice: le bombe atomiche sono armi di autodistruzione, non possono essere usate senza danni irreparabili a se stessi. Si fa un gran parlare adesso del programma di aggiornamento ‘Trident', ma tutti parlano solo delle spese o che non bisogna riaggiornarlo tra dieci anni. A mio parere, molte persone si sono semplicemente dimenticate che si tratta di un'arma orribile, che può porre fine a tutta l'umanità", ha spiegato Darren Cullen il realizzatore del manifesto.

    Secondo Cullen il problema è insito nella percezione che la società ha di questo genere di armi. Percezione che probabilmente risale alla guerra fredda. Ma l'attivista invita il pubblico a riflettere sul fatto che i tempi sono cambiati e che lo sviluppo di armi nucleari oggi ha un senso completamente diverso.

    "La campagna contro l'uso delle armi nucleari ha avuto molto successo, nel senso che costringe la gente a pensare alle cose che ho menzionato, così come al fatto che gli equipaggi dei sottomarini nucleari e i tecnici delle rampe di lancio sono direttamente responsabili dell'uso delle armi nucleari e che probabilmente non sopravviveranno. Il problema è la percezione che ha la società delle armi nucleari già dai tempi della guerra fredda. C'è ancora la percezione che le armi nucleari siano un mezzo per dissuadere il nemico. Ma… lo sviluppo delle armi nell'ambito del programma ‘Trident' non riguardano la difesa dal nemico, ma il trionfo in una guerra nucleare. Non si tratta più di deterrenza."

    Cullen sostiene che al giorno d'oggi non abbia senso spendere ingenti somme per le armi nucleari dato che, a suo dire, il Regno Unito è al sicuro e non corre un pericolo tale da giustificare anche la sola presenza di queste armi negli arsenali.

    "Io faccio questa domanda alla gente: da chi ci devono proteggere in sostanza questi missili Trident? La Russia non ha intenzione di attaccare il Regno Unito. La Corea del Nord non ha armi in grado di raggiungere il Regno Unito. Nessuno ci minaccia e i Trident sono un vecchio sistema missilistico senza senso e che costa un sacco di soldi. È una follia tenere in un arsenale armi costose che non si possono usare… Ma oggi le maggiori potenze in realtà dicono: ‘Se perdiamo la guerra, siamo pronti a usare le armi nucleari e distruggere l'intero pianeta'. È come se ribaltaste il tavolo perché avete perso una partita a scacchi."

    Correlati:

    Il Regno Unito si prepara alla guerra contro la Russia
    Regno Unito, May: costruire relazioni vantaggiose con l’UE è fondamentale
    Ministero Gran Bretagna: IS si prepara ad usare armi chimiche nel Regno Unito
    Tags:
    Protesta, manifesto, armi nucleari, Regno Unito
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik