08:36 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
3012
Seguici su

Il ministero degli Interni dell'Ucraina ha dichiarato che i 47 concittadini arrestati nella Federazione Russa per l'appartenenza ad un cartello internazionale della droga, sono vittime dei trafficanti di essere umani, ha riferito l'ufficio stampa del dicastero.

In precedenza il ministero dell'Interno russo aveva annunciato che, nell'ambito dell'inchiesta contro un cartello della droga internazionale, la cui attività in Russia è stata sgominata dalle forze dell'ordine, sono state arrestate 67 persone, di cui 47 cittadini ucraini. Il dicastero della diplomazia ucraina ha inviato una richiesta al ministero degli Esteri russo per avere chiarimenti sulla detenzione dei cittadini ucraini.

"I 47 cittadini ucraini, che sono stati arrestati in Russia con l'accusa di essere membri di un gruppo criminale dedito allo spaccio di droga, sono vittime di trafficanti di esseri umani", — comunica l'ufficio stampa.

Il dicastero ucraino ha spiegato che c'è dietro un'organizzazione criminale che si occupava del reclutamento e trasporto di giovani di età compresa tra i 20 ei 30 anni in Russia per vendere la droga.

Al ministero dell'Interno ucraino sostengono che dopo il loro arrivo in Russia i cittadini ucraini venivano usati come spacciatori dal gruppo criminale, che in caso di rifiuto minacciava di farli arrestare "dalle forze dell'ordine russe."

La parte ucraina ha osservato che in base alle informazioni ricevute dalla polizia nazionale, i trafficanti hanno reclutato più di 400 persone, anche se il numero delle persone vittime della banda criminale potrebbe raggiungere mille.

Correlati:

Ucraina chiede chiarimenti a Mosca su 47 ucraini arrestati per traffico di droga
FSB: bloccato enorme carico di droga in Crimea
Tags:
Droga, Giustizia, arresti, Polizia, FSB, Russia, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook