23:27 21 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 11°C
    Il premier Alexis Tsipras ha deciso di “procedere il più rapidamente possibile al rimpasto di governo entro pochissimi giorni

    Premier greco sostiene UE in sanzioni contro la Russia

    © REUTERS/ Alkis Konstantinidis
    Mondo
    URL abbreviato
    482818561

    Il Premier greco Alexis Tsipras ha dichiarato che la Grecia non intende agire contro la volontà dell'UE per quanto riguarda sanzioni contro la Russia a causa della situazione in Ucraina.

    In una conferenza stampa dopo i colloqui con il presidente ucraino Pietro Poroshenko, un giornalista ucraino ha chiesto a Tsipras se le sanzioni dovrebbero essere rafforzate dopo il peggioramento della situazione ad Avdiivka, col fine di "fermare l'invasione russa".

    "La Grecia è un paese membro dell'Unione Europea, e, nonostante il fatto ci sia un grande interesse economico nel riprendersi dalla crisi e che le sanzioni abbiano un forte impatto sulla nostra economia, non contraddiremo la volontà europea", ha detto Tsipras in una dichiarazione sulla televisione greca.

    "Tuttavia, una posizione così decisiva e irremovibile dovrebbe essere accompagnata da stimoli che incoraggino la parte interessata a venire incontro. I canali di comunicazione e il dialogo devono essere aperti, cioè, bisogna usare la diplomazia per trovare soluzioni per superare la crisi", ha detto il Premier della Grecia.

    Secondo lui, esperienze precedenti dimostrano che una posizione definitiva senza incentivi non dà risultati significativi, come è stato il caso con l'Iraq e gli altri paesi del Medio Oriente.

    Tsipras ha detto che la politica estera greca si basa sulla protezione del diritto internazionale.

    "La nostra posizione sull'integrità territoriale dell'Ucraina è chiara", ha detto Tsipras, dicendo che allo stesso tempo "è necessario cercare una soluzione per vie diplomatiche."

    Il Premier ha anche detto che nella zona del conflitto vivono molti greci e la Grecia è preoccupata per la loro incolumità.

    "Abbiamo discusso l'attuazione degli accordi di Minsk. Ribadisco l'immutato supporto della Grecia agli sforzi diplomatici del "Formato Normandia", del gruppo tripartito di contatto e certamente la missione dell'OSCE alla quale prendono parte 23 osservatori greci", ha detto Tsipras.

    Il Premier della Grecia ha comunicato al presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko del processo del riconoscimento all'Ucraina del regime senza visto per l'Europa.

    "Ho trasmesso al presidente Poroshenko un messaggio da parte di uno dei membri greci dalla Commissione Europea, che sta lavorando all'attuazione del regime di esenzione dal visto, nel quale viene comunicato che c'è stato un progresso in questi termini", ha detto Tsipras.

    Poroshenko, da parte sua, ha ringraziato Tsipras per il suo sostegno della posizione Ucraina in Crimea, "per la sua posizione nell'Unione europea e nel Consiglio d'Europa per quanto riguarda l'invasione della Russia e per quanto riguarda il fallimento degli accordi di Minsk".

    Correlati:

    Alla Grecia conviene dichiarare il default, all’Italia (per ora) forse
    Fermata nave ucraina in Grecia, rimorchiata da navi russe
    Difesa, la Grecia continuerà a rifornire le navi militari russe
    Tags:
    Unione Europea, Relazioni Internazionali, Politica, Sanzioni contro la Russia, Conflitto in Ucraina, Abolizione dei visti con Ucraina, sanzioni, OSCE, Alexis Tsipras, Petr Poroshenko, Grecia, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik