04:51 21 Maggio 2018
Roma+ 16°C
Mosca+ 6°C
    Bandiere di Russia e UE

    La schizofrenia sanzionatoria dei paesi occidentali non è ancora finita, dice Naryshkin

    © Sputnik . Vladimir Sergeev
    Mondo
    URL abbreviato
    490

    L'epopea delle sanzioni, diffusa nel gruppo dei paesi occidentali, non è ancora finita, ha riferito a Ria Novosti martedì il direttore del Servizio di intelligence esteri russo Sergheij Naryshkin.

    Naryshkin ha aaggiunto che "è vecchia come il mondo" la storia del protezionismo e che sanzioni economiche ed industriali sono tuttora attuali e dimostrative.

    Le relazioni tra la Russia e l'Occidente sono peggiorate nel 2014 a causa della situazione in Ucraina. All'inizio i paesi dell'Ue, gli Stati Uniti e il Canada hanno imposto sanzioni individuali contro persone fisiche. Poi hanno intrapreso misure restrittive settoriali. In risposta la Russia ha limitato l'importazione di prodotti alimentari dai paesi che hanno imposto le sanzioni.

    Kiev ha ripetutamente accusato Mosca di ingerenza negli affari dell'Ucraina. La Russia nega e definisce simili accuse inaccettabili. Mosca ha ripetutamente affermato che non è parte del conflitto interno del Paese a sud-est ed spera che l'Ucraina superi la crisi politica ed economica.

    Correlati:

    Sanzioni, sale a 4 miliardi di $ il valore dei prodotti russi sostituti di quelli vietati
    Pence: la rimozione delle sanzioni anti russe dipenderà dalla situazione in Ucraina
    Lavrov ha spiegato perché la Russia ha introdotto misure di ritorsione alle sanzioni UE
    Tags:
    sanzioni antirusse, Sanzioni, sanzioni, Eurogruppo, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik