07:49 23 Febbraio 2018
Roma+ 8°C
Mosca-18°C
    La bandiera britannica

    La Gran Bretagna ha comprato aerei spia vulnerabili agli attacchi degli hacker

    © AP Photo/ Alexander Zemlianichenko
    Mondo
    URL abbreviato
    2160

    I nuovi aerei-spia inglesi, acquisiti dagli USA, sono penetrabili dai cyberattacchi e non possono eseguire l'intera gamma di missioni.

    Lo scrive il quotidiano Sunday Times citando i rapporti del ministero della Difesa americano. Secondo il giornale, nell'estate del 2016, l'ex-premier britannico David Cameron ha ordinato nove aerei di pattuglia Boeing P-8 Poseidon agli USA. Questa operazione è stata conclusa con un contratto intergovernativo per un costo totale di circa 3 miliardi di sterline.

    Come riferisce il quotidiano, riferendosi al rapporto americano dei test di controllo operativi e di valutazione, (Director, Operational Test and Evaluation), del dicembre dello scorso anno, i test hanno rivelato che i P-8 hanno un paio di punti deboli: sono vulnerabili agli attacchi informatici. Il Pentagono ha incaricato di ricreare artificialmente un attacco hacker per capire qual era il problema. Se è stata effettuata una simulazione, i risultati non sono segnalati.

    Nel rapporto di gestione del 2013 si dice che il sistema dei sensori presumibilmente utilizzati su questi aerei, che limita la loro capacità di ricerca, "rende il P-8 inefficace in alcuni scenari possibili delle missioni". L'aviazione britannica non ha commentato queste informazioni.

    Correlati:

    L'ambasciatore della Gran Bretagna si è improvvisamente dimesso
    Ministero Gran Bretagna: IS si prepara ad usare armi chimiche nel Regno Unito
    Gran Bretagna: esteso il programma di formazione militari ucraini nel prossimo anno
    Tags:
    aerei da guerra, aerei, Aviazione, Gran Bretagna
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik