14:23 25 Febbraio 2018
Roma+ 13°C
Mosca-13°C
    Il Presidente Sergio Mattarella.

    Scienziati e insegnanti italiani protestano contro l'analfabetismo fra i giovani

    © REUTERS/ /Press Officer Presidenza della Repubblica
    Mondo
    URL abbreviato
    880

    Un numeroso gruppo di docenti universitari, studiosi e giornalisti italiani si è rivolto alle autorità invitandole a prendere contromisure rapide per migliorare il livello di alfabetizzazione tra gli alunni e gli studenti.

    La lettera aperta, che si rivolge al Capo del Governo italiano, al ministro dell'Istruzione e Parlamento, è stata firmata sabato da 600 persone di tutto il Paese.

    "Da anni è ormai noto che, alla fine del ciclo di apprendimento scolastico, molti ragazzi scrivono male in italiano, leggono poco e hanno difficoltà ad esprimersi. I docenti universitari da tempo affrontano questo problema dei loro studenti, che fanno errori ammissibili solo in terza elementare. Nel tentativo di risolvere questo problema, alcune facoltà hanno creato corsi di studio della lingua italiana", recita la prima riga dell'appello.

    Come misura correttiva per la triste situazione, gli autori della lettera propongono di far partecipare gli insegnanti delle scuole medie agli esami della scuola elementare e i docenti del liceo alla prova finale delle scuole medie. Inoltre, nella lettera, si invita a rivedere il programma scolastico e introdurre una certificazione periodica durante il corso di formazione, con dei controlli che implicheranno dettato, parafrasi, analisi del testo, comprensione del lessico e anche scrittura manuale.

    "Siamo sicuri che l'introduzione di seri controlli durante l'intero periodo di studio a scuola è indispensabile per l'acquisizione e memorizzazione delle competenze di base. Questo darà agli alunni l'incentivo giusto per compiere tutti gli sforzi possibili e abituarsi alle prove senza drammatizzarle", si legge nella lettera di studiosi e docenti.

    Secondo i sondaggi, in Italia una famiglia su dieci non possiede libri, in media il 46% degli adolescenti di età compresa tra 11 e 14 anni non legge nemmeno un libro in un anno. 

    Correlati:

    Alla Grecia conviene dichiarare il default, all’Italia (per ora) forse
    Migranti, Avramopoulos: Italia deve rafforzare la sua politica dei rimpatri
    Con Trump Italia più libera e vicina alla Russia
    Anzichè salvare l'Italia, l'Europa ci impicca sempre di più
    Tags:
    Istruzione, Sergio Mattarella, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik