15:24 19 Settembre 2017
Roma+ 22°C
Mosca+ 13°C
    Doping

    RT: Il CIO chiede a McLaren le prove per il caso doping russo

    © Sputnik. Valeriy Melnikov
    Mondo
    URL abbreviato
    149170

    Il gruppo di hacker Fancy Bears ha fornito a RT una lettera del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) all’avvocato canadese Richard McLaren in cui chiede le prove per le accuse contro i funzionari russi indicati nel suo rapporto.

    Il CIO ha inviato all'avvocato una tabella contenente tutte le informazioni sui russi menzionati nella sua indagine antidoping e ne chiede il grado della loro colpevolezza in relazione all'accusa a carico.

    In particolare, il CIO ha chiesto a McLaren giustificare la presenza nel rapposto del vice premier Vitalij Mutko, dell'ex vice ministro dello sport Yuri Nagornykh e dell'ex dirigente del laboratorio moscovita antidoping Gregorij Rodchenkov. Nella tabella figuarano in tutto 16 nomi. Per due di loro non ci sono richieste di spiegazioni: l'ex presidente della Federazione russa di atletica leggera Valentin Balakhnichev, perché figura in un'indagine penale a Parigi e Mosca, e l'ex capo della commissione medica della stessa federazione Sergey Portugalov, accusato di distribuire sostanze vietate.

    La lettera è stata inviata 19 dicembre 2016. La risposta di McLaren doveva arrivare entro il 6 gennaio 2017.

    Correlati:

    Fifa, Infantino conferma Mondiali 2018 in Russia a prescindere da doping e politica
    Doping, ministro russo: non esiste alcun programma statale che favorisca il fenomeno
    Doping, Infantino: boicottare Russia e Qatar non risolve problemi
    Tags:
    Accuse, colpevolezza, prove, richiesta, lettera, Caso doping, CIO, Richard McLaren, Vitaly Mutko, il ministro dello Sport, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik