17:54 16 Dicembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 5°C
    Sflata dei blindati USA in Estonia

    Vorresti andare a combattere in guerra contro la Russia? Benvenuti al Parco dei folli

    © REUTERS/ Ints Kalnins
    Mondo
    URL abbreviato
    10331

    In Estonia una montagna di spazzatura ad Sillamäe presto diventerà un oggetto d'arte. Su di essa verranno installate le statue dei politici che hanno dato il maggior contributo all'incitamento e all'isteria anti-russa.

    Lo descrive a Sputnik Vladimir Barsenian. "Quello che sta per fare l'ex primo ministro dell'Estonia, oggi imprenditore Tiit Vahi, è possibile definirlo con una sola parola: "Preso!". Vahi ha voluto creare sul monte, che è artificiale, composto dagli scarti di produzione della fabbrica Silmet, il Parco dei folli. In esso verranno istallate le statue di tutti quelli che alimentano l'isteria anti-russa.

    Il luogo predisposto per l'installazione delle statue, una montagna di rifiuti, è altamente simbolico, e mi ricorda fortemente l'India, dove ho visitato non solo templi o altri luoghi storici, ma anche un monumento assolutamente famoso per i politici. I loro piedistalli erano i locali della discarica. Al momento del nostro arrivo in questo villaggio indiano, c'era un mucchio di rifiuti per le scarpe. Incredibilmente, sorprendentemente, l'installazione è la stessa, a quanto pare, a Sillamäe. Qui le sculture saranno la parte integrante e verranno create di proposito. Vahi è un sostenitore di lunga data del pragmatico approccio orientale, perché lo considera vantaggioso per il  benessere dell'Estonia.

    Cito solo una cifra di quanto ha perso l'Estonia con la cessazione del transito russo. Questo importo è stato definito dagli esperti dell'Associazione di logistica e di transito. Sono calcoli abbastanza semplici. Nel 2006 il transito di merci attraverso l'Estonia era di 40 milioni di tonnellate, a fine 2016 è pari a 6 milioni di tonnellate, con una differenza di 34 milioni. Il transito di una tonnellata di merce attraverso l'Estonia porta all'economia del paese 15 euro, di conseguenza, l'economia dell'Estonia all'anno ha 510 milioni di euro in meno rispetto al 2006. Si tratta, ricordiamo, solo di transito. Da allora il rapporto tra l'Estonia e la Russia è peggiorato, in gran parte ha contribuito l'adesione della repubblica baltica al blocco NATO.

    Mi permetto di citare Vahi, anche se si è allontanato dalla politica, ma ha mantenuto legami politici e sa quello che dice: "Ogni giorno sento parlare di come l'Estonia si prepara alla guerra con la Russia. Di truppe di terra, aeree e armi navali: anche nucleari, armi chimiche e biologiche? Ai giornalisti stranieri interessa soprattutto quando inizierà la guerra in Estonia. Come massimo esperto sull'Estonia hanno preso John Mccain, che Trump ha definito un "incendiario" di guerra. Riflettete, gente!". 

    Che cosa doveva avvenire nella mente di chi ascoltava un intervento con una dichiarazione simile? Chiaramente è stata formulata la pubblica richiesta di cessazione dell'isteria nei rapporti con la Russia. Perché siamo arrivati ad una sorta di "linea rossa" e varcandola possiamo perdere la pace, il benessere e la vita stessa. L'iniziativa di Vahi per la costruzione di un Parco dei folli è molto rilevante. È il momento di chiamare tutto e tutti con il loro nome. E rendere visibili i folli pericolosi.

     

    Correlati:

    Estonia pronta a ratificare l’accordo con la Russia sui confini
    Estonia, i cittadini russofoni sono i più indigenti
    L’Estonia non modificherà la sua quota migranti per il 2017
    McCain assicura all'Estonia l'impegno della NATO contro l'aggressività russa
    Tags:
    Monumento, Inaugurazione, NATO, Estonia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik