18:53 23 Settembre 2018
Bandiera della Francia

Il miglior difensore della Francia è la Francia

© AFP 2018 / PATRICK KOVARIK
Mondo
URL abbreviato
330

Secondo l'indagine del progetto Sputnik.Opinioni, condotto dalla società francese Ifop, meno della metà degli americani, il 48 %, ritiene che per l'Unione Europea sia necessaria per la protezione USA e NATO da minacce esterne.

Nei paesi europei la percentuale è 53% in Francia, 54% nel Regno Unito, 56% in Spagna, 63% in Germania, 65% in Polonia, 65% in Italia. L'indagine è stata condotta dal 22 al 26 ottobre 2016, con la partecipazione di 7043 intervistati di età superiore ai 18 anni. Il campione rappresentativo della popolazione è stato scelto per sesso, età, geografia. Il margine di errore dei dati è del +/- 3,1%, con probabilità del 95%.

Che si può dire su questi numeri, mentre Donald Trump è diventato il presidente degli Stati Uniti? Laurent Jacobelli, portavoce ufficiale di Nicolas Dupont-Aignan, candidato alla presidenza della Francia dal partito Debout la France, è conosciuto per la sua posizione anti-NATO.

"Credo che la lettura di questo sondaggio sia abbastanza chiara. Nell'Unione Europea ci sono diverse categorie di Paesi. Ci sono quelli che non hanno un esercito o li hanno molto piccoli e hanno bisogno del colosso internazionale per sentirsi protetti. Questo è vero per quanto riguarda l'Italia, è vero per quanto riguarda la Spagna, questo è vero anche per la Germania, che sono più legati alla NATO, rispetto ai francesi, con uno dei più potenti eserciti nell'Unione Europea. L'esercito è relativamente ben addestrato, anche se negli ultimi anni ha sofferto di tagli in bilancio. Quindi il miglior difensore della Francia è la Francia. E sembra che circa la metà dei francesi oggi l'abbia capito.

Credo che Trump abbia almeno un talento: la capacità di sapere cosa si aspetta il popolo americano e non a caso ha vinto le elezioni. E penso che abbia capito che gli americani non vogliono più essere i difensori del mondo e sostenere l'onere finanziario di tale protezione. Quindi, davvero, ciò mostra che Donald Trump ha avvertito la tendenza e la volontà di meno della metà degli americani. E ancora, ha tratto quelle conclusioni che abbiamo relativamente tratto in Europa: le realtà geopolitiche sono in continua evoluzione, le alleanze instabili. Credo che il popolo americano sia giunto alle stesse conclusioni e sa che essere coinvolto in una guerra lontana, in nome di ideali non molto chiari, non è stimolante. Da dove viene questa idea che l'Europa sia bisognosa di difesa? Chi attacca l'Europa? Nessuno. Se attaccano qualche paese, attaccano la Francia, l'Italia, la Germania e non l'Europa. Quindi è già sbagliato rappresentare l'Europa come un tutto uno, indivisibile. Oggi l'Unione Europea è una comunità di paesi, mentre solo esercito nazionale non esiste. Quindi in realtà nessuno può attaccare a meno che non attacchi uno o più paesi europei.

E ' abbastanza chiaro, quando, ad esempio, la Francia decide con la Russia, di andare a combattere in Siria contro l'IS. Non è stato così, ma sarebbe stato comprensibile. Questo non significa che la Grecia, la Polonia o Malta avrebbero fatto lo stesso. Oggi un esercito europeo non esiste. Se domani saranno conclusi diversi accordi per la difesa tra i diversi paesi europei, quali eserciti saranno legittimi? Ora, poiché il Regno Unito è in procinto di lasciare l'Unione Europea, fa eccezione la Francia. Vorrà dire che ci faremo carico dell'onere finanziario della difesa europea. Oggi, dato lo stato degli eserciti di diversi paesi europei, a causa delle loro dimensioni o del bilancio, parlare di difesa europea significa parlare di difesa che fornirà Francia".

Correlati:

Francia, Fillon sospettato di peculato
Francia, Valls: mi candido a presidente per difendere i francesi dall’ascesa della Destra
Francia, candidato alle primarie dei socialisti propone alternativa alla NATO in Europa
Tags:
Adesione alla NATO, Esercito, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik