05:40 27 Maggio 2018
Roma+ 18°C
Mosca+ 11°C
    Schengen, bandiera dell'Europa

    Debole e disunita: Die Zeit mette in dubbio il futuro dell'Europa unita

    © flickr.com / Oona Raisanen
    Mondo
    URL abbreviato
    1363

    Le pretese di leadership dell'Unione Europea nel mondo moderno sono infondate: l'Unione Europea soffre di una serie di problemi strutturali e di incoerenza nelle azioni sulla scena internazionale, scrive l'editorialista del Die Zeit Ljuder Gerken.

    L'Europa sta vivendo momenti difficili. Negli ultimi anni l'Unione Europea non è riuscita a raggiungere un sostanziale progresso in alcuno dei settori prioritari per lo sviluppo. Nei progetti di politica estera e di sicurezza, come per quelli degli incentivi economici, ci si scontra continuamente con l'opposizione delle autorità nazionali, scrive Gerken.

    Un altro grave problema è che "molti cittadini sono scettici riguardo il processo di integrazione europea". Questa tendenza, secondo l'autore, si riflette nella decisione della Gran Bretagna di uscita dall'Unione Europea. Il giornalista ritiene che l'Unione Europea debba puntare ad un "nuovo equilibrio" tra i paesi membri, e ciò riguarda in primo luogo, la politica monetaria e la politica fiscale. Così, le misure in vigore per la regolamentazione bancaria e le sue distorsioni, commesse nel processo di costruzione dell'unione monetaria, hanno alimentato una faida tra Paesi meridionali e settentrionali, più ricchi.

    Gerken ritiene che la nuova amministrazione americana è un partner non affidabile per l'Europa. L'atteggiamento negativo di Donald Trump verso il processo di liberalizzazione delle relazioni commerciali e l'uscita degli Stati Uniti dai colloqui per i controlli commerciali e di investimento nella partnership, sarebbero un grave colpo per l'Europa. La cessazione della collaborazione tra Bruxelles e Washington, per la protezione dell'ambiente, è anche causa di preoccupazioni dell'autore. Ma la minaccia più grave per l'Unione Europea, secondo l'editorialista, è l'indebolimento dei legami con gli USA. 

    "Anche di fronte a tutte le critiche di Donald Trump verso la NATO, i membri dell'alleanza non possono raggiungere un accordo per quanto riguarda l'aumento delle spese per la difesa" scrive il giornalista. E in particolare questo vale per i grandi paesi europei, come Germania, Italia e Spagna.

    "E' difficile rimanere ottimisti, quando ci sono tanti problemi. Ma in questa situazione critica possiamo intravedere una possibilità per l'Unione Europea" conclude l'autore dell'articolo. Con questo, il giornalista spera che i leader dei paesi europei ben presto capiscano che l'Unione Europea si può salvare solo con  la cooperazione a tutto tondo e il rifiuto dell'egoismo nazionale.

    Correlati:

    “Gli USA non sono obbligati a pagare per la sicurezza dell'Europa”
    Turismo, Jalta ha una delle spiagge più sexy d’Europa
    Immigrazione-Brexit-euroscetticismo, Hollande invita l'Europa a fermezza contro Trump
    Tags:
    Media, articolo, media, Eurozona, Europa
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik