06:15 20 Gennaio 2018
Roma+ 8°C
Mosca-11°C
    Trump a telefono con Putin

    Trump: con la Russia è giunto il momento di "andare avanti"

    © REUTERS/ Jonathan Ernst
    Mondo
    URL abbreviato
    5301

    Il presidente americano Donald Trump è consapevole che alcuni parlamentari del Paese siano preoccupati dello stato attuale delle relazioni russo-americane, ma ritiene che entrambi i Paesi "debbano andare avanti".

    A riguardo un commento a Ria Novosti è stato rilasciato da Walid Fares, consigliere di Trump per la politica estera durante la campagna elettorale. Secondo Fares, molti legislatori americani sono preoccupati della controversa natura delle relazioni tra Russia e Stati Uniti, ma anche "per i numerosi problemi che abbiamo ereditato dal passato e che continuano ad esistere ancora oggi".

    "Trump è conscio della preoccupazione di alcuni membri del Congresso, ma ha detto che siamo in una nuova fase e che si dovrebbe andare avanti" ha detto il consigliere.

    Trump, in precedenza, ha più volte dichiarato che ha intenzione di compiere tutti gli sforzi necessari per normalizzare le relazioni con la Russia. Secondo il presidente degli USA,  questo processo sarà vantaggioso per entrambi gli Stati. Sabato si è tenuto il primo colloquio telefonico dopo l'insediamento di Trump  con il presidente russo Vladimir Putin. Dopo la conversazione, la Casa Bianca ha dichiarato che questo è stato un passo importante lungo la strada da instaurare per le relazioni bilaterali. Il Cremlino ha sottolineato che il colloquio tra i due leader ha evidenziato un atteggiamento di interazione.

    Correlati:

    Die Presse: "il decreto di Trump sugli immigrati fa il gioco di Putin"
    Il Donbass chiede a Putin e Trump di "fermare Poroshenko"
    Opposizione siriana riceve mezzi blindati americani ed elogia Trump
    Trump potrebbe fare affari con Corea del Nord per risolvere crisi coreana
    Tags:
    Cooperazione, Colloquio telefonico, Colloquio, Donald Trump, Vladimir Putin, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik