00:54 18 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
5222
Seguici su

Gli archeologi hanno scoperto il motivo per cui la famosa civiltà indiana di Harappa è durata diversi millenni: è stata capace di adattarsi ai lunghi periodi di siccità che hanno colpito la Valle dell'Indo, si afferma in un articolo pubblicato sulla rivista Current Anthropology.

"La sopravvivenza delle più antiche civiltà dipendeva da un fattore cruciale: l'accesso all'acqua. Studiare come gestivano ed utilizzavano le risorse idriche aiuta a capire come l'umanità si adatta alle nuove situazioni, e il motivo per cui così tante persone continuano a mantenere un'economia di sussistenza, anche se non era necessario", — afferma Cameron Petrie dall'Università di Cambridge (Regno Unito).

Dopo aver analizzato i dati ed i reperti raccolti nel corso di questi scavi e aver studiato le informazioni sul clima del subcontinente indiano, i ricercatori hanno notato una cosa in caratteristica comune di tutte le città e le comunità della civiltà Harappa: erano situate in zone climatiche in cui le stagioni delle piogge si sovrapponevano in estate e inverno.

Per questo motivo, secondo i ricercatori, riuscivano a superare la siccità periodiche dal momento che il cattivo raccolto estivo poteva essere colmato da un buon raccolto delle culture invernali.

Tags:
Archeologia, Cambiamenti climatici, Ambiente, Scienza e Tecnica, Società, Acqua, clima
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook