19:52 25 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
14417
Seguici su

Malia Obama, la figlia maggiore dell'ex presidente degli Stati Uniti, si è unita alle proteste contro la costruzione dell'oleodotto “Dakota Access”, segnala il Daily Mail.

All'inizio di questa settimana era stata presente al festival cinematografico annuale "Sundance" nello Utah, dove insieme a centinaia di altri dimostranti aveva manifestato contro uno dei primi decreti firmati da Donald Trump, relativo alla ripresa della costruzione del gasdotto, scrive il giornale.

Secondo quanto dichiarato dall'attrice Shailene Woodley, è rimasta sorpresa quando ha visto Malia tra i dimostranti.

Allo stesso tempo l'attrice ha dichiarato che per durante la sua presidenza Obama non ha fatto abbastanza per bloccare la costruzione dell'oleodotto.

Come osserva giornale, Malia ha 18 anni e quest'anno ha intenzione di studiare ad Harvard.

Correlati:

Trump critica proteste di massa dopo suo insediamento
Usa, c’è Soros dietro le proteste contro Trump
Media scoprono chi finanzia le proteste anti-Trump negli Stati Uniti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook