05:12 16 Ottobre 2018
Sede dell'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa (PACE)

La relatrice CDE spera che Russia non cambierà la sua decisione per l’Assemblea

© Foto: PACE official website
Mondo
URL abbreviato
8010

L'altoparlante dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, Teodora Bakoyannis, spera che la delegazione russa a cambierà la sua decisione in merito all’Assemblea.

Nel 2014 e nel 2015 la CDE ha adottato una risoluzione in connessione all'adesione della Crimea alla Russia, che ha privato la delegazione russa del diritto di voto in assemblea, e di partecipare ai lavori degli organi regolamentari e il monitoraggio delle elezioni. In risposta, la delegazione russa ha deciso di lasciare l'assemblea prima della fine del 2015. Nel gennaio dello scorso anno, la Russia per la prima volta ha deciso di non inviare i documenti necessari per confermare le credenziali della delegazione, ma non ha rifiutato di lavorare con il Consiglio d'Europa.

Come ha spiegato la relatrice del consiglio a Sputnik, che la decisione della delegazione russa di non inviare i documenti per confermare il mandato ha creato un precedente. La Bakoyannis ha sottolineato che "c'è speranza che la delegazione cambierà la sua decisione".

Secondo la relatrice del consiglio, "il Consiglio d'Europa si basa su alcuni valori che la delegazione russa sostiene". "La questione ora è sotto esame. Il Consiglio d'Europa non cambierà i propri valori, sono il nostro riferimento. Per noi la questione dei diritti umani è una priorità", ha aggiunto.

 

Correlati:

Consiglio d'Europa chiede alla Russia di abolire superiorità della Corte Costituzionale
La partecipazione russa al Consiglio d'Europa non ha senso senza proteggere la delegazione
Cooperazione tra Russia e Consiglio d’Europa non ha sofferto, nonostante le tensioni
Crimea, Ue: il 13 aprile relazione del Consiglio d’Europa
Tags:
Politica, assemblea, Assemlea generale, consiglio dell'Ue, Unione Europea, UE, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik