23:27 21 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 11°C
    Mushroom cloud from an American atomic bomb test on January 17, 1962. The test was designated Upshot Knothold Grable shot No. 10.

    Peskov ricorda la differenza del potenziale nucleare di Russia e USA

    © East News/ USA/Science Photo Library
    Mondo
    URL abbreviato
    41546001537

    Dal punto di vista degli esperti collegare la questione delle sanzioni contro la Russia da parte degli USA e la riduzione degli armamenti nucleari sarà difficilmente possibile, ha dichiarato l’addetto stampa del presidente russo Dmitry Peskov.

    Nella sua prima intervista dopo l'elezione del presidente USA Donald Trump ha detto che la priorità in politica esterà sarà la lotta contro lo "Stato Islamico" e le trattative per il disarmo. Per quanto riguarda la questione dell'attenuazione delle sanzioni contro la Russia, Trump ha detto che questo potrebbe essere associato alla conclusione di un accordo bilaterale sulla riduzione delle armi nucleari.

    "Il disarmo nucleare è un concetto molto complesso caratterizzato da un enorme quantità di variabili interrelazionate tra loro… non può essere sproporzionato.

    La struttura della componente nucleare degli USA e nel nostro paese sono diverse. E quindi una qualsiasi simmetrica riduzione in questo ambito è assolutamente

    inaccettabile e fuori luogo" ha detto Peskov, in un'intervista pubblicata sul sito vesti.ru.

    "Possono portare alla rottura di quello che è il punto fondamentale: ovvero la parità nucleare, la deterrenza nucleare. E il presidente Putin lo ha più volte detto. Essa svolge un ruolo cruciale nel garantire la stabilità globale e la sicurezza. Quindi collegare la questione delle sanzioni e la questione della riduzione degli armamenti nucleari sarebbe difficilmente possibile in futuro dal punto di vista degli esperti" ha aggiunto.

    Putin ha più volte detto che la questione delle sanzioni non è un tema all'ordine del giorno del Cremlino, ha ricordato Peskov.

    "La Russia non ha sollevato per prima la questione e non sarà, secondo Putin, promotrice dell'annullamento di qualsiasi restrizione per quanto riguarda il concetto del disarmo nucleare. La Russia è sempre stata, e Putin ha parlato di questo molte volte, e sempre sarà sostenitrice della riduzione delle armi nucleari, ma equa, proporzionale e senza disturbare l'equilibrio della deterrenza" ha sottolineato.

    Correlati:

    Russia e Iran firmano road map per espansione cooperazione su energia nucleare
    Cremlino a Trump: attualmente non c’è alcun negoziato su disarmo nucleare
    China Daily: gli USA rischiano di non vincere la loro nuova corsa al riarmo nucleare
    Tags:
    Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Sanzioni contro la Russia, Accordo nucleare, disarmo nucleare, Sanzioni alla Russia, Trattativa USA-Russia, Donald Trump, Vladimir Putin, Dmitry Peskov, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik