22:33 17 Agosto 2018
A close-up of an opium poppy

Lavrov: narcotraffico fonte principale di guadagno dei terroristi

© flickr.com/ United Nations Photo
Mondo
URL abbreviato
140

Il traffico di stupefacenti ricopre un ruolo fondamentale nei finanziamenti delle organizzazioni terroristiche internazionali, ha dichiarato il Ministro degli esteri Sergey Lavrov in un discorso ad un forum internazionale contro le droghe in provincia di Mosca.

"Le droghe sono un problema globale. Esse sono una minaccia per il nostro paese e causano danni ingenti all'economia domestica e alla salute dei nostri cittadini. Inoltre la droga è direttamente collegata alle minacce alla sicurezza internazionale, le quali si protraggono nei confronti del nostro paese" ha detto il Ministro russo.

Egli ha detto che "proprio i proventi del narcotraffico coprono gran parte dei costi delle organizzazioni terroristiche e di altre strutture di criminalità organizzata".

"Vicino a noi, in Afghanistan, è in continuo aumento la produzione di stupefacenti, mi riferisco al territorio controllato dai talebani e dagli altri gruppi dell'opposizione. Lo Stato Islamico si autofinanzia in gran parte grazie ai proventi del contrabbando di petrolio, ma anche della produzione di stupefacenti" ha detto Lavrov.

Secondo lui, "c'è una tendenza a diffondere idee liberali sulle droghe, tra le quali alcune che prevedono la legalizzazione delle droghe leggere".

"E' particolarmente spiacevole che questo venga fatto con il pretesto di rafforzare la stabilità finanziaria, e non può essere accettato. Guadagnare sui vizi e la sofferenza non sarà mai in grado di garantire il benessere né dell'uomo e né dello stato" ha detto Lavrov.

Correlati:

FSB: bloccato enorme carico di droga in Crimea
Filippine, Duterte annuncia il sostegno di Trump alla sua guerra contro la droga
Albania, giro di vite contro l’impero della droga
Duterte: nella lotta alla droga non mi importa dei diritti umani
Tags:
Economia, Politica, droga, Legalizzazione, Sergej Lavrov, Medio Oriente, Afghanistan, Mondo, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik