14:53 18 Luglio 2018
Cioccolatini Roshen

Russia, chiude lo stabilimento dell’azienda di Poroshenko

© Sputnik . Ramil Sitdikov
Mondo
URL abbreviato
10260

L’unico stabilimento in Russia della Roshen, di cui è proprietario il presidente ucraino Petro Poroshenko, chiuderà ad aprile. Lo ha annunciato oggi l’azienda con una nota ufficiale.

"Questa decisione è stata presa per ragioni politiche ed economiche… Come riportato più volte in precedenza, il blocco del patrimonio dell'azienda di Lipetsk da parte del Comitato investigativo russo nell'ambito del procedimento penale ha reso impossibile la vendita dello stabilimento", ha sottolineato la società.

La Roshen ha aggiunto che dal 2013 la produzione della fabbrica si è ridotta di tre volte, a causa dell'introduzione del divieto di esportazione dei prodotti ucraini in Russia. "A causa del calo della produzione l'azienda è stata costretta ad effettuare licenziamenti di massa. Il personale rimanente (circa 700 persone) è già stato messo al corrente della chiusura dell'attività", si legge nel comunicato.

Dal 2014 al 2016 lo stabilimento della Roshen di Lipetsk ha realizzato e trasferito in Ucraina più di 72 milioni di dollari.

La Roshen è una delle principali aziende al mondo di prodotti dolciari. La società ha stabilimenti in Ucraina, Lituania, Ungheria e Russia.

Correlati:

Poroshenko: urge alleanza per contrastare la guerra informatica russa
Poroshenko spera che la Cina promuova la pace nel Donbass
Poroshenko: contiamo su proficua collaborazione con amministrazione Trump
Tags:
Petro Poroshenko, fabbrica, chiusura, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik