Widgets Magazine
18:54 17 Luglio 2019
elettronica

Gli scienziati dell'Università dell'Estremo Oriente creano nuovo dispositivo di memoria

© AP Photo / Michael Probst
Mondo
URL abbreviato
1150

Un ricercatore dell'Università federale dell'Estremo Oriente ha scoperto per la prima volta "l'effetto Hall degli skyrmioni", che permette di creare una memoria elettronica volatile, veloce, affidabile e a basso costo.

Si chiama Oleg Tretjakov ed è un membro di un gruppo di lavoro internazionale di ricercatori provenienti da Russia, Giappone, USA e Germania. Il risultato del lavoro degli scienziati è stato pubblicato sulla rivista Nature Physics. Secondo il ricercatore del laboratorio di scienze, Oleg Tretjakov, gli skyrmioni, cioè configurazioni magnetiche della struttura degli spin, possono diventare la base delle future tecnologie magnetiche di memoria. I moderni hard disk, utilizzati per la memorizzazione di informazioni, utilizzano domini magnetici, la cui minima dimensione fisica è attualmente di 100 nanometri.

Gli skyrmioni sono strutture più stabili, la loro dimensione può essere ridotta fino a pochi nanometri, questo consentirà di creare dispositivi di archiviazione e di elaborazione dei dati con più alta densità. Questa memoria saprà mantenere le informazioni anche se manca l'alimentazione elettrica. Gli skyrmioni magnetici saranno utilizzati in applicazioni future della spintronica, per Racetrack Memory e dispositivi di logica.

Il responsabile del laboratorio di scienze e tecnologia dell'università, Aleksandr Samardak, ha spiegato che gli skyrmioni sono già alla base di esperimenti per lo sviluppo di nuovi sistemi di archiviazione e di elaborazione dei dati. Saranno più economici da produrre, più veloci e affidabili e consumeranno poca energia. In futuro potrebbero essere utilizzati per la fabbricazione di dispositivi della nanoelettronica come computer, smartphone, sensori, capaci di lavorare a lungo senza ricarica.

Correlati:

Anche l’università di Cambridge teme le spie russe
Università russa realizza rivoluzionario sistema di depurazione dell'acqua
22 università russe sono entrate nella classifica degli atenei migliori del mondo
Tags:
know-how russo, scoperta, Università, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik