19:03 18 Settembre 2018
Boris Johnson

Da Londra si accusa Russia di raccogliere informazioni compromettenti contro politici UK

© AFP 2018 / Niklas Halle'n
Mondo
URL abbreviato
9111

L'ex ministro del Rego Unito per le relazioni con l'Europa Chris Bryant ritiene che persone legate con la Russia o ingaggiate da Mosca possano raccogliere informazioni incriminanti contro politici britannici di primo piano, tra cui il ministro degli Esteri Boris Johnson, scrive il Guardian.

"La mia idea di fondo è che Boris Johnson (ministro degli Esteri), Liam Fox (ministro per il Commercio Internazionale), Alan Duncan (vice ministro degli Esteri), su cui la Russia ha un dossier, e David Davis (ministro per la Brexit) verranno senza dubbio studiati. I russi seguiranno molto da vicino queste persone. Creeranno un dossier e cercheranno di seguire tutto quello che fanno," — ha detto l'ex ministro.

Questo parere dell'ex ministro britannico arriva pochi giorni dopo lo scandalo scoppiato negli Stati Uniti per un documento anonimo, in cui si afferma che alcuni "agenti russi" avrebbero presumibilmente delle informazioni compromettenti sul presidente neoeletto Donald Trump. Il documento è stato pubblicato dal portale BuzzFeed, che sin da subito aveva dichiarato che la fonte della notizia era "un uomo identificatosi come ex dipendente dei servizi segreti britannici."

Secondo un tweet del futuro presidente, l'intelligence americana ha riconosciuto che il materiale compromettente su di lui è fasullo.

Il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov aveva dichiarato ai giornalisti in precedenza che la notizia secondo cui la Russia avrebbe "informazioni compromettenti" su Trump era "una bufala, un'invenzione completamente senza senso."

Secondo Peskov, "il Cremlino non ha alcuna notizia sporca su Trump, questa informazione non corrisponde al vero e non è altro che una menzogna assoluta" o un tentativo di danneggiare" le relazioni tra la Russia e gli Stati Uniti.

Correlati:

Israele teme che Trump possa spifferare i suoi segreti a Putin
The Independent: ex 007 britannico dietro l’indagine su Donald Trump
Gli Stati Profondi che vogliono inghiottire Trump
Peskov: materiale compromettente su Trump? “È pulp fiction”
Tags:
Spionaggio, Scandalo, Brexit, governo, David Davis, Alan Duncan, Liam Fox, Boris Johnson, Donald Trump, USA, Russia, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik