15:02 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
302
Seguici su

Circa un terzo dei cittadini russi è stato vittima, almeno una volta, di crimini informatici come la sottrazione di denaro dal conto corrente bancario o il furto dei dati personali. Lo rivela un sondaggio del centro demoscopico russo VTsIOM.

Questa tendenza riguarda soprattutto i giovani (36%), i fruitori attivi di internet (38%) e gli abitanti delle medie città (43%). In misura minore invece tocca le persone di età superiore ai 60 anni (21%), gli abitanti dei villaggi (24%) e gli utilizzatori occasionali di internet (17%).

"Nella maggior parte dei casi (65%) gli intervistati hanno riferito il furto di denaro dalla carta di credito o dal conto corrente, e la sottrazione dei dati personali", riferisce il rapporto del VTsIOM.

Dal sondaggio emerge inoltre che è bassa la percentuale di utenti che si sente al sicuro da questo genere di pericoli.

"Soltanto il 36% dei russi si sentono protetti da questo genere di rischi: il 44% degli uomini, il 45% dei giovani di età compresa tra i 18 e i 24 anni, il 39% degli utilizzatori frequenti di internet. Il 58% degli intervistati si stente addirittura vulnerabile e indifeso: il 64% delle donne e il 65% delle persone di età compresa tra i 45 e i 59 anni", spiega il comunicato.

Il sondaggio è stato condotto dal 10 all'11 dicembre 2016 su un campione di 1600 intervistati da tutta la Russia.

Correlati:

Sondaggio: in Occidente si teme la terza guerra mondiale
Sondaggio approvazione dei francesi per candidati a presidenza della Francia
Sondaggio, i tedeschi vogliono cambiare politica sull'immigrazione e la sicurezza
Tags:
Sondaggio, Truffe, Internet, Reati, web, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook