02:24 07 Dicembre 2019
Theresa May

Theresa May non lascia dichiarazioni sullo scandalo degli "hacker russi"

© REUTERS / Peter Nicholls
Mondo
URL abbreviato
1012
Seguici su

Il primo ministro britannico Theresa May si è astenuta dal lasciare commenti sul rapporto di intelligence USA riguardo gli "hacker russi", limitandosi a dichiarare che il il Regno Unito dovrebbe prendere sul serio problema degli attacchi informatici.

"La questione, dei cyber-attacchi supportati a livello statale, non è nuova ed è necessario prendere delle misure serie per questo problema", ha detto la May in un'intervista a Sky News domenica. La CIA, FBI e NSA hanno fatto circolare venerdì un rapporto che ancora una volta ha accusato la Russia di "ingerenza nelle elezioni americane", ma rifiutandosi di dare prove concrete, citando la segretezza del dipartimento di intelligence. Nel rapporto i servizi speciali americani sostengono che "la Russia abbia influenzato il risultato delle elezioni" basandosi su fonti come reportage televisivi russi e le conversazioni sui social network.

Quasi la metà della relazione nel rapporto è stata dedicata al canale televisivo RT e all'agenzia Sputnik, e i dati di RT sono fondamentalmente di cinque anni fa.

Correlati:

Giornalisti occidentali affossano il dossier dell'intelligence USA sugli “hacker russi”
Trump dubita degli attacchi hacker contro il Partito Democratico
Obama “risponde” ad Assange: attacchi hacker orchestrati dal Cremlino
Regno Unito, May: costruire relazioni vantaggiose con l’UE è fondamentale
Tags:
cyber attacco, hacker, Media, cyber-attacco, Attacchi informatici, Attacchi hacker, Sky News, FBI, NSA, Sputnik, CIA, RT, Theresa May, Inghilterra, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik