12:36 23 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
18163
Seguici su

Il Santo Padre non ha intenzione di utilizzare veicoli blindati anche se consapevole del pericolo che comporta la sua scelta. Lo riporta l’agenzia Reuters.

Tutti i predecessori di Papa Francesco hanno sempre viaggiato sulla papamobile o veicoli blindati, mentre l'attuale Pontefice si muove anche all'estero su automobili convenzionali.

«Sono consapevole dei possibili rischi. Forse sono sciocco, ma devo dire che non ho paura per me stesso. Mi preoccupo piuttosto per la sicurezza delle persone che viaggiano con me, e, in particolare, di quelle che incontro nei vari paesi», ha scritto il Santo Padre nella prefazione del libro ‘In viaggio' del giornalista e vaticanista Andrea Tornielli. Secondo Papa Francesco, tra lui e le persone «non possono esserci ostacoli».

Il libro di Tornielli racconta i viaggi del Pontefice in più di 25 paesi a partire dal 2013. Quest'anno il Papa ha in programma di visitare Portogallo, India e Bangladesh.

 

Correlati:

L'ambasciatore del Vaticano non ha escluso la visita del Papa in Donbass
Putin e Papa Francesco discutono sulla difesa dei cristiani nelle zone di conflitto
Papa Francesco: a Mosul la crudeltà lascia senza parole e fa piangere
Tags:
prefazione, Viaggi, libro, Sicurezza, Papa Francesco, Vaticano, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook