02:30 06 Dicembre 2019
Ashton Carter.

Il Capo del Pentagono, lasciando l'incarico, si lamenta di Putin

© AFP 2019 / YURI GRIPAS
Mondo
URL abbreviato
13141
Seguici su

Preparandosi a lasciare il suo incarico da capo del Pentagono, Ashton Carter, dice che gli USA non possono stabilire relazioni con la Russia a causa del presidente Vladimir Putin.

Lo ha dichiarato in un'intervista al Wall Street Journal. Secondo Carter, Putin definisce il successo della sua politica dal "grado di disagio" che riesce a causare presumibilmente "in tutto il resto del mondo".

"Per questo è così difficile creare un ponte con i leader della Russia" ha detto lamentandosi il capo del Pentagono, il cui mandato è giunto alla fine, dopo l'isediamentoi di Donald Trump. Inoltre ha criticato Mosca per il suo intervento in Siria. In Siria, secondo Carter, la Russia non ha fatto nulla per combattere lo Stato Islamico. "Combattono contro l'opposizione moderata, insieme al governo siriano" ha affermato Carter.

Carter ha anche invitato il nuovo Congresso e la nuova amministrazione a continuare a finanziare i programmi per aiutare gli alleati europei degli USA per la sicurezza contro "l'intervento russo". Ha aggiunto che "dobbiamo dimostrare la capacità di leadership in Europa, insieme alla NATO, perché uno degli obiettivi della Russia è dividere l'alleanza e saccheggiare i singoli membri".

Il WSJ sottolinea che la valutazione del comportamento della Russia in Siria che dà Carter è in netto contrasto con la posizione del presidente eletto.

Correlati:

Carter: La Marina Usa continuerà a operare nel Mar Cinese meridionale
Usa-Russia, Carter pronto a incontrare Shoigu in futuro prossimo
Siria, Carter: grazie ad Ankara per liberazione di Manbij
Tags:
dichiarazione, Ashton Carter, Russia, Siria, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik