Widgets Magazine
20:56 19 Settembre 2019
Direttore della CIA John Brennan

Russia, ministero Difesa risponde alle accuse del direttore CIA sulle azioni in Siria

© AP Photo / J. Scott Applewhite
Mondo
URL abbreviato
6440
Seguici su

Con la sua dichiarazione riguardo al fatto che Mosca seguirebbe il principio della “terra bruciata” in Siria, il direttore della CIA John Brennan cerca di mettere le mani in avanti dal momento che presto agli USA toccherà rispondere delle proprie azioni in questo Paese, ha dichiarato il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov.

Ha ricordato che "la coalizione internazionale" guidata dagli Stati Uniti dal 2012 "metodicamente distrugge le infrastrutture della Siria per spodestare il governo legittimo, nonostante i rischi corsi dalla popolazione civile".

Konashenkov ha inoltre osservato che nei bombardamenti della coalizione guidata dagli Stati Uniti non sono finiti gli impianti petroliferi controllati dai terroristi del Daesh, permettendo così agli islamisti di guadagnare decine di milioni di dollari ogni mese per reclutare mercenari provenienti da tutto il mondo.

"Prima o poi dovranno rispondere di tutto questo. Pertanto difficilmente questo tentativo di mettere le mani in avanti li salverà. I veri risultati delle azioni della Russia in Siria sono ben noti a John Brennan. Ad hoc per la CIA e le altre agenzie di intelligence americane li abbiamo esposti durante il consiglio nel ministero della Difesa russo," — ha detto Konashenkov.

Ha sottolineato che il risultato principale delle azioni di Mosca in Siria è stato l'accordo congiunto con l'Iran e la Turchia per il cessate il fuoco e la preparazione dei negoziati di Astana con le forze dell'opposizione siriana.

Konashenkov ha ricordato che l'Aviazione americana ha usato armi nucleari sulle città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki, ha compiuto raid con sostanze chimiche nel Laos e Vietnam.

Secondo il rappresentante del dicastero militare russo, grazie a dati falsi e manipolati dalla CIA è stata portata la guerra in Afghanistan, Iraq, Libia e Jugoslavia, a seguito della quale sono rimaste distrutte le infrastrutture economiche di questi Paesi.

Come osservato da Konashenkov, le società impegnate nella ricostruzione sono vicine alla CIA e al Pentagono.

Correlati:

Coalizione internazionale si scusa per vittime civili di bombardamenti in Iraq e in Siria
Il gioco sporco in Siria non è ancora finito
Siria, colloquio tra Putin e presidente kazako in vista meeting Astana
Più facile che con gli USA: Russia cerca accordo con Turchia e Iran sulla Siria
Сoincidenza di interessi di Russia-Iran-Turchia in Siria fermerà l'attivismo dei sauditi
Tags:
generale Igor Konashenkov, ISIS, Terrorismo, crisi in Siria, ministero della Difesa della Federazione Russa, Coalizione USA anti ISIS, Servizi segreti USA, CIA, Pentagono, John Brennan, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik