00:13 10 Dicembre 2019
Aleppo, Siria

Il direttore della CIA ha accusato la Russia di aver fatto "terra bruciata" in Siria

© REUTERS / Ammar Abdullah
Mondo
URL abbreviato
56239
Seguici su

La Russia in Siria ha applicato la tattica della "terra bruciata", portando distruzione e "migliaia di vittime innocenti", ha detto il direttore della CIA, John Brennan durante un'intervista alla РВЅ.

L'uso della tattica che il capo dell'agenzia di intelligence degli USA attribuisce alla Russia implica la distruzione di tutto ciò che potrebbe portare benefici all'avversario, comprese comunicazioni, trasporti, beni agricoli ed industriali. 

"Gli Stati Uniti non hanno mai fatto nulla di simile durante i conflitti militari" ha detto Brennan, che ha aggiunto che l'intelligence americana ha anticipato l'intervento della Russia nel conflitto siriano, poiché Mosca non ha intenzione di abbandonare il suo vecchio alleato, accorrendo in suo aiuto quando le truppe governative di Bashar al Assad stavano per cedere all'opposizione.

Il capo della CIA ritiene che Washington, nel corso di trattative, ha cercato di convincere il Cremlino che Assad faccia "parte del problema, non della soluzione".

"Purtroppo, la Russia considera tutta l'opposizione come terrorista. Quindi ha continuato con azioni militari spavalde e a mio parere, sconsiderate, uccidendo tanti siriani" ha aggiunto Brennan.

Gli USA hanno ripetutamente sostenuto, senza mostrare prove, che la Russia in Siria ha colpito obiettivi civili. La controparte russa ha smentito.

Correlati:

Coalizione internazionale si scusa per vittime civili di bombardamenti in Iraq e in Siria
Media: Turchia e Russia hanno bombardato posizioni IS nel Nord della Siria
Autorità ingusce vogliono far tornare alla vita civile militanti che combattono in Siria
Tags:
Guerra, Guerra, Guerra, Guerra al Daesh, CIA, John Brennan, Russia, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik